Giornata dedicata alla sostenibilità all’Università di Siena
15 Apr, 2016
20160415_110703

Giornata dedicata alla sostenibilità all’Università di Siena, con le principali istituzioni e reti dell’Europa e del Mediterraneo che si occupano di cooperazione internazionale e dei temi dell’ambiente e del mare, e con docenti, ricercatori e la partecipazione di due esponenti di spicco del WWF.

Il meeting internazionale dedicato al progetto Plastic Busters ha dato nuovo slancio e concretezza al progetto, promosso dall’Università di Siena nell’ambito della rete internazionale delle Nazioni Unite SDSN, che si occupa di studiare e sperimentare soluzioni contro la presenza di plastiche e microplastiche nel Mediterraneo.

La presidente del WWF Donatella Bianchi, presente ai lavori, ha confermato l’interesse del WWF per Plastic Busters e l’intenzione di collaborare all’attuazione del progetto.

Durante il meeting, i partner che hanno aderito a livello internazionale, insieme ad istituzioni europee e a soggetti pubblici e privati, hanno stabilito una linea di azione per coinvolgere i possibili finanziatori, portatori di interesse e sponsor, lanciare una campagna di raccolta fondi e dare inizio prima possibile alle attività sistematiche di ricerca.

La riunione di è stata condotta dai rappresentanti dei progetti dell’Onu sui temi della sostenibilità SDSN, Sustainable Debelopment Solutions Network, e Mediterranean Action Plan, insieme alla rappresentante della Unione for the Mediterranean, l’istituzione intergovernativa che raccoglie 43 Paesi per promuovere la cooperazione nella Regione Euro Meditarrenea, e che ha adottato il progetto Plustic Busters.

Ha partecipato ai lavori Barbara Degani, sottosegretario di stato al ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare. Ad accogliere e coordinare le relazioni tra i numerosi partner, la professoressa Maria Cristina Fossi, docente di ecologia marina dell’Università di Siena, promotrice del progetto Plastic Busters insieme al suo gruppo di ricercatori.

In aula Magna storica, per la presentazione del libro “Flourishing within limits to growth”, si è tenuto il dibattito sui presupposti scientifici del concetto di sostenibilità, dal punto di vista ecologico, economico, sociale, con la partecipazione del direttore scientifico del WWF, Gianfranco Bologna, dei docenti Massimiliano Montini, Nadia Marchettini, Simone Bastiano e Federico Maria Pulselli, coautori del volume. I limiti della concezione classica dell’economia della massimalizzazione del profitto, i dati scientifici che mostrano l’eccessivo consumo di risorse naturali, gli squilibri ambientali con le drammatiche conseguenze sociali a livello planetario impongono secondo gli studiosi un ripensamento globale, sia a livello dei grandi fenomeni politici sia nei comportamenti dei singoli individui.