Gioia Emma Villas, arriva la prima vittoria in Superlega
18 Nov, 2018
Emma Villas Ishikawa_65

 

Un altro tie break e arriva la prima vittoria nel campionato di Superlega per la Emma Villas Siena, che gioca una grande gara in attacco e in difesa e ha la meglio su Milano dopo due ore e tredici minuti. I biancoblu si aggiudicano primo e terzo set, Milano pareggia vincendo secondo e quarto parziale. Il tie break è tiratissimo ed è Yuki Ishikawa a realizzare i punti decisivi che permettono a Siena di fare festa sul taraflex e di conquistare il primo successo stagionale e con esso due punti pesantissimi per la classifica. Sono stati 21 i punti di Hernandez, 20 quelli di Ishikawa e un grande contributo è arrivato anche da Gladyr (14 punti per il centrale ucraino). Per Milano 26 punti di Abdel Aziz e 19 del canadese Maar.

 

Primo set In campo vanno le formazioni annunciate: Siena con Marouf e Hernandez sulla diagonale palleggiatore-opposto, Spadavecchia e Gladyr al centro, Ishikawa e Maruotti in banda, Giovi libero. Milano viene schierata da coach Giani con Sbertoli al palleggio, Abdel Aziz in posto 2, Piano e Kozamernik centrali, Clevenot e Maar schiacciatori, Pesaresi in seconda linea a difendere.

Gladyr indirizza immediatamente il match con una veloce a segno e con un ace. Gioca bene Siena: e già nei primi minuti della sfida vanno a segno un po’ tutti, da Maruotti ad Hernandez fino ad Ishikawa che prima mette fine ad uno scambio lunghissimo e poi realizza anche da seconda linea. Milano risponde con Abdel Aziz, ma è ancora Hernandez a schiacciare in maniera vincente per l’8-5. Il primo muro punto arriva con capitan Marouf che mette le mani nella maniera migliore sulla parallela di Abdel Aziz (9-5). E’ proprio l’opposto olandese a caricarsi sulle spalle la sua squadra riuscendo a dimezzare il divario (12-10), l’ace di Maar lo riduce ancora di più (12-11). La parità arriva dal centro con Kozamernik (13-13).

Siena però non si disunisce. Marouf si tuffa ed è autore di uno spettacolare salvataggio, in attacco Ishikawa e Gladyr chiudono altri punti (16-14). Il servizio di Maruotti non viene ricevuto da Milano, ed è punto break, un altro arriva subito dopo con la schiacciata vincente di Ishikawa (19-15). Lo schiacciatore giapponese è “on fire” ed è il principale fattore nell’attacco biancoblu in questo set (7 punti per lui). La Revivre Axopower non molla e recupera ancora, con Abdel Aziz che trova un ace pesantissimo (20-20). E’ già il punto numero 9 per lui. Ishikawa e Abdel Aziz vanno ancora a segno, e poi è Hernandez a dare il set point a Siena (24-23). Il servizio del cubano è ottimo, Milano salva il pallone ma non riesce a contrattaccare, Gladyr fa cadere a terra il pallone che chiude il primo set (25-23).

Sono stati 8 i punti di Ishikawa in questo set (con 15 attacchi portati), 4 a testa per Hernandez e Gladyr. Per Milano 10 punti per Abdel Aziz.

Secondo set Gli ospiti reagiscono e iniziano bene il secondo parziale (1-6). La Emma Villas risponde con Hernandez e Spadavecchia. Ma Milano sbaglia pochissimo in questo frangente: Abdel Aziz tiene alte percentuali in attacco, anche Maar attacca con profitto. L’opposto olandese piazza anche un ace. Va a segno pure Clevenot con uno splendido pallonetto (12-16). Per Siena le cose si fanno difficili in questo set. La Revivre non accenna a diminuire le proprie percentuali in attacco (70% per i lombardi in questo secondo set) e il solito Abdel Aziz va ancora a segno per il 15-20 in favore degli ospiti. La battuta float del centrale Jan Kozamernik dà un altro punto break alla sua squadra (15-22) e adesso il divario tra i due team è davvero ampio. In più Siena non riesce ora a mostrare il meglio di sé nel fondamentale della battuta. Da Hernandez e Gladyr arrivano altri punti, ma non bastano: Clevenot gioca sulle mani del muro senese e chiude il secondo parziale sul 19-25.

Milano pareggia quindi il computo dei set: Abdel Aziz ne mette a segno altri 6, 4 sono di Clevenot. Per Siena 5 punti di Hernandez e 4 di Ishikawa. Per la Revivre ben 5 ace in questo set.

Terzo set Grande equilibrio in avvio di terzo set, con la Emma Villas che prova a scappare via con le giocate vincenti di Spadavecchia ed Hernandez (6-4). La Revivre Axopower dipende tanto dagli attacchi di Abdel Aziz che ora sta sbagliando pochissimo. Il muro di Basic su Ishikawa vale il punto dell’8-8. Ma il giapponese si riscatta un istante dopo, trovando la diagonale vincente. Milano piazza però un break e si porta avanti di due lunghezze con il muro di Clevenot su Hernandez (12-14). Arriva anche il muro su Abdel Aziz e il punteggio è nuovamente in parità (16-16). Basic sbaglia la schiacciata e poi Spadavecchia mura lo stesso Basic per il nuovo +2 senese (19-17). Adesso per la prima volta in questa sfida Nimir Abdel Aziz sta incontrando delle difficoltà: l’olandese viene murato da Spadavecchia.

Ishikawa piazza l’ace, proprio all’incrocio delle righe, in un momento caldissimo e ora c’è una super Emma Villas: Spadavecchia prima e Hernandez dopo chiudono i giochi sul 25-20 nel terzo parziale. Sono 6 i punti di Hernandez in questo set, 5 quelli di Vincenzo Spadavecchia (che è riuscito anche a totalizzare 2 murate vincenti).

Quarto set Altro avvio di qualità per gli ospiti (1-5), con Trevor Clevenot “caldissimo” e autore di 3 punti importanti che consentono ai meneghini di mantenere il vantaggio (4-8). Bel punto di Gladyr e due diagonali assai belle di Fernando Hernandez. Abdel Aziz, tuttavia, è tornato ad attaccare senza sbagliare praticamente mai. Sulla parallela trova il punto che vale l’11-15, +4 per Milano. Maruotti gioca con astuzia sulle mani del muro avversario e Siena spera di rientrare nel punteggio, ma la Revivre Axopower adesso è molto concentrata. Prima la murata su Gladyr e poi l’ace di Kozamernik permettono ai meneghini di allungare (16-20). Maar prima realizza una schiacciata vincente e poi mura Hernandez e adesso Milano è vicinissima al tie break (18-22). Clevenot dà a Milano il set point, l’errore di Ishikawa chiude il set (20-25).

Quinto set Maruotti a segno in avvio di tie break, bene anche Gladyr che colpisce per il 4-3. Pareggia Kozamernik (4-4). Ancora Maruotti a segno per Siena (5-4), l’ace di Marouf porta avanti i biancoblu (6-4). Però Milano ribatte subito, il muro punto di Kozamernik porta al 6-6. Hernandez ancora a segno dopo una grande difesa di Marouf ed è 9-7 per Siena. Maruotti e Ishikawa colpiscono ancora e Siena è sull’11-10. Pareggia Clevenot (11-11). Gladyr dà a Siena il punto numero 12, Milano pareggia ancora. Spadavecchia colpisce (13-12) e Siena va ancora a segno con Ishikawa che dà alla Emma Villas due match point (14-12). E’ ancora il giapponese a chiudere l’incontro per il tripudio biancoblu in mezzo al campo (15-13).

 

Emma Villas Siena – Revivre Axopower Milano 3-2 (25-23, 19-25, 25-20, 20-25, 15-13)

EMMA VILLAS SIENA: Giraudo, Cortesia, Spadavecchia 9, Marouf 3, Giovi (L), Gladyr 14, Vedovotto, Mattei, Caldelli (L), Ishikawa 20, Fedrizzi, Johansen, Maruotti 11, Hernandez 21. Coach: Cichello.

REVIVRE AXOPOWER MILANO: Abdel Aziz 26, Hoffer (L), Basic 4, Kozamernik 11, Izzo, Sbertoli 5, Maar 19, Gironi, Piano 4, Bossi, Clevenot 15, Pesaresi (L). Coach: Giani.

 

ARBITRI: Mauro Goitre, Luca Sobrero.

 

 

NOTE

EMMA VILLAS SIENA: 53% in attacco, 40% di positività in ricezione (di cui 18% perfette), 4 ace, 14 errori in battuta, 9 muri punto.

REVIVRE AXOPOWER MILANO: 50% in attacco, 43% di positività in ricezione (di cui 15% perfette), 10 ace, 18 errori in battuta, 11 muri punto.

 

Video Check: richiesto nel terzo set da Milano sul 3-2 e sul 14-14 (decisione cambiata) e da Siena sul 9-9 (decisione cambiata), sul 21-20 e sul 22-21 (decisione cambiata); richiesto nel quarto set da Milano sul 18-20.

 

Spettatori: 1.700. Durata del match: 2 ore e 13’ (30’, 24’, 31’, 29’, 19’).

Mvp: Marouf.