Fondazione Mps: sarà oggi la riunione decisiva?
11 Ago, 2014

Tra favorevoli e contrari, si riunisce oggi la deputazione generale della Fondazione Mps, 10 giorni prima della data fissata nella scorsa riunione.
Effetto del richiamo del sindaco Valentini e del ministero, che hanno spinto il consigliere anziano Campa ad anticipare la seduta per l’elezione del nuovo presidente e della deputazione amministratrice. Un braccio di ferro tra le due cordate che sostengono i candidati Clarich e Campedelli crea malumore e critiche nell’ambiente politico. E’ Eugenio Neri, capogruppo della minoranza in consiglio comunale, a chiedere che si abbandonino i due nomi proposti e si cerchi una figura più adatta al ruolo. “E’ necessario che alla guida della Fondazione sia nominato chi ha caratteristiche professionali tali da gestire un ente finanziario in piena indipendenza operativa – ha detto ai microfoni di Antenna Radio Esse -.  Sembra una banalità ma i fatti di questi giorni dimostrano il contrario. SIa quello di Clarich che di    sono nomi suggeriti non frutto di un ragionamento. Non suggerisco nomi, chiedo solo che sia una persona preparata e soprattutto senese. Invece spesso di sceglie in altro modo seguendo la politica nonostante Valentini dica che non ci sono più interferenze”. Ma si riuscirà oggi ad eleggere il presidente? Nella scorsa riunione Campedelli e Clarich, utilizzando una metafora calcistica, pareggiarono ottenendo 5 voti a testa. Oggi sarà presente anche Vareno Cucini, rientrato dalle vacanze, e chissà che non possa essere decisivo il suo voto.