Prima pagina

Fondazione Mps, Clarich: “L’aumento di capitale di 3 miliardi non ci emoziona”

“L’incremento dell’aumento di capitale da 2,5 a 3 miliardi non ci emoziona”. Lo ha detto il presidente della Fondazione Mps Marcello Clarich sull’aumento di capitale della banca di Rocca Salimbeni di cui la Fondazione è socio con il 2,5 per cento. Parlando dopo la Deputazione amministratrice Clarich ha spiegato che la decisione sarà presa dopo il piano: “Un aumento da 3 mld è sicuramente più impegnativo, ma abbiamo liquidità disponibile. Siamo nei limiti delle percentuali di concentrazione del patrimonio”. “Dobbiamo aspettare il piano definitivo, vedere l’andamento del titolo e tutte le variabili, tra cui l’ingresso del tesoro che è una novità. Siamo abbastanza tranquilli, il piano si chiarirà in un paio di mesi e a ridosso della scadenza decideremo” ha affermato Clarich.  Nella riunione di ieri la Deputazione amministratrice della Fondazione Mps ha iniziato la valutazione dei criteri da seguire per la selezione del nuovo direttore generale dell’ente: l’attuale dg Enrico Granata lascerà come previsto l’incarico in aprile, o comunque dopo l’approvazione del bilancio 2014. “Oggi abbiamo fatto una prima valutazione dei criteri” ha detto il presidente della Fondazione, Marcello Clarich, ai giornalisti al termine della riunione. Il nuovo direttore generale dovrà avere “un’altissima professionalità e una sensibilità non esclusivamente finanziaria, ma legata alla missione della Fondazione” ha detto Clarich citando come esempi le start up e la cultura “per migliorare l’azione della Fondazione sul territorio”. “Dovrà essere anche capace di cercare finanziamenti in Europa per sostenere i progetti” ha poi aggiunto il presidente della Fondazione rivelando che cercheranno “un professionista non a fine carriera, che abbia esperienza ma anche prospettiva e investa nella Fondazione”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena