Flash mob animalisti pro cinghiali, Coldiretti: “Persone che non conoscono minimamente il problema”
18 Gen, 2016
flash mob cinghiali

Ha dell’incredibile l’ultima protesta degli animalisti scesi in piazza questa volta a difesa dei cinghiali. Hanno organizzato un flash mob a Firenze per dire basta agli abbattimenti definiti una vera carneficina. Una presa di posizione che lascia senza parole tutto il mondo agricolo fortemente danneggiato dal gran numero di ungulati. A dare forza a questa protesta ci sono le firme di personaggi famosi, a quanto pare amanti di questi animali come Dacia Maraini, Franco Battiato, David Riondino. Sono contro la “Legge ammazzacinghiali” come hanno ribattezzato il provvedimento assunto dall’assessore regionale Cremaschi.
“Questa è una protesta di quel gruppo di ambientalisti che chiamo radical chic – ha detto Simone Solfanelli direttore Coldiretti -, gente che non conosce il problema ma va contro per principio. Li invito a venire a trovarci, saranno miei graditi ospiti, li porterò in giro per la campagna senese a vedere che danni fanno in agricoltura. Sono tante le aziende che hanno chiuso chiuso proprio per i raccolti distrutti da questi animali. Parlano di reinserire il lupo per ridurre il numero degli ungulati, ma si rendono conto che il predatore si indirizzerà verso i greggi anzichè andare a cacciare il cinghiale causando altri guai ai pastori. Qui si parla senza conoscere la materia”.