Fises: nel 2014 finanziamenti per 11 mln di euro, 3 a favore di nuove attività
11 Giu, 2015
fises_800x532

Oltre 240 pratiche di finanziamento deliberate per circa 11 milioni di euro. Di queste, 70 (circa 3 milioni di euro) a favore di nuove attività.
Sono questi i pochi numeri che meglio di altri descrivono l’attività della Fises nel 2014, un anno ancora fortemente caratterizzato dalla crisi economica che ha coinvolto il territorio senese, ma in cui ancora una volta la Finanziaria Senese di Sviluppo si è confermata partner ideale per le attività economiche locali.

Ma non solo. A fine 2014 sono stati anche stretti accordi importanti con due istituti bancari legati al territorio, Chianti Banca e Banca Cras, che stanno iniziando a dare i primi risultati in termini di moltiplicatore dell’operatività di Fises.

“Ancora una volta Fises si è dimostrata capace di stare al fianco delle aziende ed ha dato risposte concrete– commenta Stefano Bernardini, Presidente della Finanziaria – Sono soddisfatto perchè i numeri ci dicono che siamo stati capaci di seguire le indicazioni che in questi anni ci sono venute dai Soci ed abbiamo raggiunto gli obiettivi previsti dal Piano Industriale che andrà in scadenza quest’anno. La Fises oggi è una realtà solida che ha una sua autonomia finanziaria. E grazie al continuo e costante rientro dei finanziamenti che concediamo,anche per il 2015 abbiamo messo a disposizione delle aziende 15 milioni di euro, con un plafond ad hoc destinato ad imprenditoria giovanile e femminile con condizioni particolarmente vantaggiose”.

Qualche giorno fa, tra l’altro, Fises ha ricevuto la visita di una delegazione di funzionari del Ministero dell’agricoltura e dell’industria alimentare e del Ministero delle finanze della Repubblica di Moldavia. La delegazione è parte di una task force di «Assistenza Tecnica a sostegno della Filiera del vino» nella repubblica ex sovietica ed è stata accompagnata da un funzionario dell’Unione Provinciale Agricoltori di Siena che ha organizzato la visita in Italia. L’obiettivo: incontrare soggetti chiave del territorio provinciale, tra cui la Finanziaria Senese come modello di cui studiare le buone pratiche.

Fises al fianco delle imprese Nel 2014 sono state 241 le pratiche deliberate dalla Finanziaria senese di sviluppo a favore delle attività locali per circa 11 milioni di euro. Tra tutti spiccano le operazioni per le nuove imprese, 70 per un totale di circa 3,1 milioni di euro. Più nello specifico, 2 milioni sono quelli destinati all’imprenditoria giovanile e femminile per 52 interventi a valere sul bando della camera di Commercio di Siena. Oltre 4,9 milioni di euro sono andati a finanziamenti per le piccole operazioni di liquidità (per 150 pratiche), mentre 29 pratiche per circa 2,8 milioni di euro hanno riguardato interventi di finanza straordinaria e un finanziamento è servito per investimento. Le delibere nel territorio Nel 2014 questa è la distribuzione territoriale che viene riscontrata: il 35,68% delle operazioni si è concentrata sull’area vasta di Siena, il 18,26% si è concentrato in Valdichiana e il 16,60% in Valdelsa. Il 9,13% ha interessato le Crete e la Val d’Arbia, il 6,64% nella Val di Merse, il 10,37% in Amiata e il 3,32% nel Chianti. Tra i settori di intervento, i dati 2014 vedono commercio/turismo/artigianato e industria nettamente prevalenti con una percentuale complessiva di operazioni del 90,88%. Invece, agricoltura e servizi pesano per il 9,22%.