Firmato con i sindacati accordo su bilancio di previsione 2018
23 Mar, 2018
palazzo-pubblico-torre-del-mangia
Il Sindaco Bruno Valentini ha firmato ieri un accordo con i sindacati confederali CGIL, CISL e UIL e con le rappresentanze dei pensionati SPI, FNP e UILP che individua obiettivi condivisi per il Bilancio di previsione 2018 del Comune di Siena, insieme alle priorità programmatiche a carattere sociale e occupazionale. Da un lato le organizzazioni sindacali intendono sviluppare su questi temi una contrattazione attenta per la tutela dei cittadini, dall’altro l’obiettivo dell’Amministrazione Comunale è dialogare con soggetti rappresentativi per raccogliere istanze e concertare soluzioni praticabili.L’accordo riguarda diversi ambiti del bilancio, a partire della fiscalità, su cui l’impegno più rilevante riguarda il contenimento della TARI ed il miglioramento delle agevolazioni, dopo la positiva sperimentazione del 2017. Vi sono poi i servizi a domanda individuale, le politiche dell’abitare e quelle educative, per le quali l’Amministrazione interverrà con specifici stanziamenti sulla sicurezza degli edifici scolastici, intervenendo su diverse scuole per adeguamenti antisismici e antincendio, oltre all’edificazione di una nuova scuola elementare nel quartiere di San Miniato, per la quale sono previsti investimenti per circa 9 milioni, comprensiva anche dello spazio destinato a palestra e della nuova viabilità.Per quanto riguarda la socialità, la novità più importante è lo stanziamento di 60mila euro da destinare a progetti culturali e di aggregazione di giovani in zone periferiche della città, agevolando sia le esperienze già in essere nell’ambito cittadino (come lo spazio La Meridiana a San Miniato), sia per sviluppare iniziative di rilancio dello spazio pubblico a seguito del recupero del centro sociale a Taverne d’Arbia, nonché a contrastare il disagio nella zona di Isola d’Arbia. Nel sociale attenzione anche ai beni comuni e agli anziani. Vi è poi la viabilità, con oltre 6 milioni di euro di stanziamento per il rifacimento delle strade interne al comprensorio cittadino.Sul versante dei servizi sanitari e socio sanitari, l’invecchiamento della popolazione obbliga ad una maggiore integrazione tra servizi e territorio e quindi un riconoscimento al ruolo della Società della Salute. Inoltre, grazie al Piano PEBA, realizzato dal Comune su edifici pubblici e viabilità del centro, sono più definiti gli interventi necessari per eliminare le barriere architettoniche.Particolare attenzione è rivolta anche alle politiche di genere, per le quali l’amministrazione continuerà anche nel 2018 a collaborare con l’Università degli Studi di Siena e l’AOU Senese per l’organizzazione di un corso multidisciplinare universitario in cui sia inserita anche la materia “medicina di genere”, oltre ad aver aperto la Casa Rifugio e a sostenere per il 2018 il finanziamento dell’associazione Donnachiamadonna di Siena, che svolge il ruolo di centro antiviolenza per la zona senese, attraverso il contributo calcolato sulla base di 20 centesimi per ogni donna compresa fra i 16 e i 70 anni residente nel territorio comunale.Infine, vi sono gli investimenti: interventi sul S. Maria della Scala per adeguamento impianti e qualificazione come Centro Congressi, rifacimento copertura del Palazzo Pubblico, restauro di parte delle mura (2,2 mln di €), bando periferie con interventi per complessivi 15 mln sulle periferie est e centro storico, completamento auditorium di San Miniato, attraverso il project financing interventi di manutenzione sulle piscine comunali e sui cimiteri.Sul terreno della sicurezza urbana, verrà incrementato e diffuso il sistema di videosorveglianza con ulteriori postazioni in modo da garantire una maggiore copertura del territorio.