Ferragosto al femminile a Monticiano
12 Ago, 2014
6-AGOSTO-RIOLUNATO-MEGLIO-TARDE-CHE-MAI--1

“Che spettacolo di donna!” è rassegna al femminile di comicità diretto da Margherita Antonelli. Sono tre spettacoli al femminile proposti dal Comune di Monticiano, con il contributo di Imes srl, tra il 13 e il 15 agosto nel Chiostro Sant’Agostino (sempre alle ore 21,30).

Apre la rassegna il 13 agosto “Meglio tarde che mai” con Franca Pampaloni e Luz Pierotto, regia di Rita Pelusio, testi di Franca Pampaloni, Luz Pierotto e Rita Pelusio. È la storia di due anziane musiciste che facevano parte di un trio. E per ricordare la scomparsa di Rosa, l’altra componenete del trio, le due anziane concertiste Ada e Elsa tornano in scena dopo tempo immemorabile, riproponendo il loro storico repertorio: quello che tanti anni fa le ha viste calcare, applauditissime, i palcoscenici dei più prestigiosi festival di musica classica. Sono un po’ arrugginite nei movimenti e anche un po’ dure d’orecchie. Ma le mani no: quelle, agili come un tempo, volano sugli strumenti dando vita a un caleidoscopio di brani classici e moderni, magistralmente suonati dal vivo con pianoforte e flauto traverso. Come il vecchio motore di una fuoriserie, dopo un inizio un po’ singhiozzante le due vecchiette si scatenano e tra un sorsetto, una partita a carte, molti dispetti, qualche litigio e improbabili passi di danza, danno vita al più comico, sconclusionato e coinvolgente concerto di musica classica mai sentito.” “Meglio tarde che mai” è uno spassoso gioco clownesco con pochissime parole e sonorità inedite alternate ad arie classiche. Esecuzioni impeccabili che fanno da sottofondo ad animazioni di figura, gags virtuose e surreali, trucchi di magia. Un concerto comico, insomma, capace di incantare e divertire un pubblico di ogni

Il 14 agosto è la volta di Anna Marcato con il suo spettacolo “Anita: giocolerie da bagno”, testo di Anna Marcato, regia di Rita Pelusio. Il 15 agosto la rassegna si conclude con Claudia Penoni con il suo “In attesa di pensione”. Grandi contenuti, quindi, dalle emozioni agli stereotipi, affrontate con il sarcasmo e con il sorriso da tre donne note nel mondo del teatro, in un luogo incantato nel cuore della Val di Merse. Un modo per non parlare di questi argomenti nelle date prefissate o negli spazi specifici ma in serate estive per ridere e nello stesso tempo riflettere sulle donne, i loro problemi, la loro quotidianità in un tempo che le vede vittime di violenze, massacrate dalla cronaca nera, eroine fasulle in scandali politici, fantocci sempre più ricercate nel mondo del gossip, ma anche protagoniste nella cultura e nella politica.

Per assistere agli spettacoli occorre acquistare un biglietto unico al prezzo di 5 euro, non è prevista la prenotazione. Il ricavato dell’incasso delle tre serate sarà devoluto all’associazione Aurore dei centri antiviolenza della Provincia di Siena. Informazioni: 3669848644.