Prima pagina

Domani il Comune di Siena presenta il suo primo bilancio di genere

Uno strumento di monitoraggio delle attività e delle politiche dell’ente per valutarne l’impatto e la ricaduta sulla vita sociale, culturale ed economica dei cittadini nella prospettiva di promuovere le pari opportunità in maniera efficace e concreta.

Sarà presentato giovedì prossimo, 9 aprile, a partire dalle ore 17, in un incontro aperto al pubblico e alla stampa in Sala Maccherini di Palazzo Berlinghieri, il primo Bilancio di Genere del Comune di Siena promosso dall’assessorato alle Pari Opportunità nel quadro regionale dell’Accordo territoriale di genere 2014 e redatto dal Centro comunale Pari Opportunità con la collaborazione della Provincia di Siena e il contributo della Regione Toscana, in linea con la metodologia già adottata in altre realtà nazionali.

“Quando ci si riferisce alle differenze di genere – commenta l’assessore alle Pari Opportunità, Tiziana Tarquini – si devono considerare i diversi contesti dei ruoli familiari, sociali, economici e professionali nei quali vivono e operano quotidianamente uomini e donne. Nonostante il processo di emancipazione femminile degli ultimi 60 anni, dobbiamo lavorare ancora molto sul piano culturale per progredire dal modello patriarcale della nostra società, che nei fatti rende ancora difficile la piena parità tra i generi”.

Il Bilancio di Genere costituisce la base di lavoro per la stesura del Piano d’Azione attuativo della Carta europea per l’uguaglianza di donne e uomini nella vita locale e regionale e della legge regionale sulla cittadinanza di genere. Il suo punto di partenza è l’analisi della vita cittadina per elaborare politiche che permettano a uomini e donne di sviluppare al meglio le loro potenzialità e conciliare la propria vita professionale con quella personale e familiare. L’obiettivo è la realizzazione di una smart city inclusiva, ricorrendo anche a una metodologia partecipativa sulla programmazione e progettazione delle attività dell’amministrazione attraverso il Tavolo comunale delle politiche di genere.

Per la stesura del documento è stato organizzato un laboratorio formativo, rivolto ai dipendenti comunali. Da questa occasione di coinvolgimento e partecipazione sono state raccolte e rielaborate le informazioni che hanno portato alla redazione del Bilancio in quattro blocchi. Nel primo, è illustrata un’analisi di contesto delle principali variabili demografiche e sociali che rappresentano le differenze tra i generi; il secondo offre una riflessione sui principi che guidano l’azione dell’amministrazione comunale in ambito di uguaglianza di genere e sulle ricadute delle politiche dell’ente sulla vita di uomini e donne; nel terzo, viene fornita una lettura di ordine economico-finanziario sulle azioni messe in campo, mentre l’ultimo propone un quadro analitico dei servizi più significativi per le pari opportunità in un rapporto tra costi e benefici.

“Il Bilancio di Genere – aggiunge il sindaco Bruno Valentini – rappresenta un punto di partenza decisivo e irreversibile per un cambiamento profondo dell’ente e della comunità. E’ uno strumento elaborato con metodologie partecipative e finalizzato a garantire a tutti i cittadini le stesse condizioni e opportunità, indipendentemente dal genere , per sviluppare i propri talenti e realizzare le aspirazioni personali e professional”.

All’appuntamento di presentazione del Bilancio di Genere parteciperanno il sindaco Bruno Valentini, l’assessore Tiziana Tarquini e la docente formativa , esperta del settore, Giovanna Badalassi della cooperativa Well_B_Lab di Modena.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena