Home Slide Show

Di notte a caccia di storia, tra Piccolomo e il Conte Guido

Le Logge del Papa, il palazzo del Magnifico, l’esterno della Cappella Chigi in piazza del Duomo: sono alcune delle maestose tracce lasciate nel centro di Siena dai Chigi e dai Piccolomini, forse le più longeve e prestigiose famiglie della storia senese. E’ proprio su queste tracce che giovedì 6 agosto si snoderà la seconda de Le Scoperte del Giovedì, la caccia ai tesori nascosti di Siena in sei puntate nelle notti d’estate. Dopo il prologo pomeridiano del 30 luglio, il primo percorso nella storia con partenza serale (ore 21.30, Fonte Gaia – piazza del Campo) si svilupperà in forma di racconto a passo lento, nel quale l’occasione di ammirare pregevoli dettagli dell’architettura senese si confonderà con vicende familiari e vicissitudini cittadine. Da quelle di Piccolomo di Montone, attestato come console già nel 1165, ai protagonisti di un’epopea che vide i Piccolomini investire un’ingente ricchezza bancaria per acquisire un vasto dominio terriero, affermandosi poi nello stato Pontificio con le figure di papa Pio II e III.

Fu invece proprio l’attività bancaria a valere il titolo nobiliare per i Chigi, già “signori di Macereto” prima del Trecento. Suddivisi in due rami principali nel secolo successivo, ebbero in Agostino il Magnifico una figura di spicco: tesoriere della Chiesa, finanziatore dell’esercito di Cesare Borgia, committente di artisti come Raffaello e Sodoma. La storia dei Chigi si dipana fino all’ultimo discendente, il Conte Guido: a lui si deve la fondazione dell’Accademia Musicale Chigiana nella cui sede, in via di Città, si svilupperà uno dei momenti più interessanti della passeggiata guidata del 6 agosto.

Curata dalle guide turistiche Federagit di Siena, la seconda de Le Scoperte del Giovedì 2015 prevede un costo di 8 euro a persona (gratis i bambini fino a 10 anni): prenotazione e informazioni al 334 8418736, o su www.facebook.com/scoperte.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena