Denuncia il furto del cellulare, ma in realtà lo aveva dimenticato in un bagno pubblico. Ritrovato dalla Polizia
2 Set, 2015
polizia volante 113 stampa_640x480

Ha dimenticato il telefono cellulare all’interno del bagno di un esercizio commerciale e quando è tornata indietro, non trovandolo, ha chiamato la Polizia. Protagonista della vicenda una giovane studentessa italiana di 23 anni che sosteneva di aver appoggiato il telefono sul lavabo, e ne era talmente convinta da chiamare il 113 e richiedere l’intervento delle Volanti della Questura.
Gli agenti giunti sul posto hanno parlato con il titolare dell’esercizio di via Montanini, e con la studentessa, che continuava a dimostrarsi certa di avere appoggiato il telefonino sul lavandino del bagno, poi hanno effettuato ulteriori accertamenti.
Grande è stato l’imbarazzo della ragazza quando i poliziotti, entrati all’interno della toilette, hanno rinvenuto il cellulare sopra al cestino della nettezza urbana.
Gli agenti gliel’ hanno quindi restituito, richiamandola ad una maggior attenzione e a non dubitare subito della buona fede altrui, valutando bene prima di richiedere l’intervento della Polizia.