De Mossi: “L’ufficio tecnico mi dice che sarebbe meglio correre il Palio il 20 ottobre”
13 Set, 2018
foto De Mossi

Oggi pomeriggio si saprà di più relativamente alla data del Palio straordinario per i cento anni dalla fine della prima guerra mondiale. “Prudentemente – ha affermato questa mattina il sindaco Luigi De Mossi in conferenza stampa – l’ufficio tecnico mi dice che sarebbe meglio il 20 ottobre e io l’ufficio tecnico lo ascolto perché come vedete è composto da persone che hanno una straordinaria capacità di organizzare il Palio”.
Sulle prove l’ipotesi è quella di farle correre alle 10 la mattina e alle 17 il pomeriggio. Restano da definire aspetti relativi alle previsite e alle prove regolamentate, oltre che naturalmente la scelta del pittore per il drappellone. “La votazione positiva delle assemblee di contrada ha un preciso impatto sociale – afferma il primo cittadino – e testimonia che c’è volontà di festa e di cambiare e c’è l’indicazione che soprattutto i giovani hanno il desiderio di mettersi alle spalle un periodo molto brutto per cercare di riportare questa città dove è sempre stata, nell’eccellenza dell’Europa e del mondo”.