Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

De Mossi: “Contagi sotto controllo. Merito dei nostri operatori sanitari”

“Anche se i contagi tornano a salire, grazie ai vaccini non destano al momento particolare preoccupazione. Questo avviene soprattutto grazie al lavoro dei nostri operatori sanitari che si mettono quotidianamente a disposizione della comunità”. Questo il commento del sindaco di Siena Luigi De Mossi presente stamani all’Hub Vaccinale della Farmacia Comunale 3, presso la stazione ferroviaria.

Insieme al primo cittadino Ulderico Izzo, direttore Asp Città di Siena, Paolo Savigni, direttore tecnico Farmacia Comunale 3 e presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Siena, Massimo Mucci, consulente ASP Città di Siena, che ha diretto i lavori per la realizzazione dell’hub, Maurizio Pasqui, responsabile U.O. Provveditorato Asp Città di Siena e Anna Maria Beligni, Università per gli Stranieri.

“I dati che maggiormente ci rincuorano sono proprio quelli legati al contenimento del virus – ha aggiunto il sindaco De Mossi – sembra infatti che grazie al vaccino oltre il 90% dei positivi, in tutta Europa, risulti asintomatico. La mia visita di oggi vuole testimoniare anche l’intensa e importantissima attività da parte di tutti gli operatori sanitari del territorio e in particolare quelli dell’Asp Città di Siena, un vero e proprio punto di riferimento per i cittadini senesi”.

Ultimi dati Dei 588 nuovi casi registrati in provincia di Siena, 129 hanno meno di 18 anni, 95 tra 19 e 34 anni, 123 tra 35 e 49 anni, 111 tra 50 e 64 anni, 48 tra 65 e 79 anni, 33 hanno 80 anni o più, 49 dato non disponibile.

Nelle 24 ore stati eseguiti 3.278 test di cui 860 tamponi molecolari e 2.418 tamponi antigenici rapidi, con un tasso di positività (rapporto tra tamponi effettuati e tamponi risultati positivi) sceso leggermente al 17,93% (nelle 24 ore precedenti era del 18.23%).

Gli attualmente positivi in carico sono 4.213 (+227), mentre il numero delle persone classificate come contatti stretti è di 1.335.

De Mossi ha poi commentato l’attacco subito ieri dal teatro di Mariupol, in Ucraina.“Le notizie di queste ore ci ricordano una verità terribile: l’orrore della guerra non conosce limiti. Neanche quelli più sacri”, ha detto il primo cittadino. “Ieri aerei russi hanno bombardato il teatro di Mariupol: luogo in cui da giorni avevano cercato rifugio centinaia di civili ucraini. Si parla di mille persone – prosegue De Mossi – Tra queste, decine di bambini. La cui presenza era segnalata da grandi scritte a terra attorno al teatro. Colpire i civili, massacrare bambini, attaccare i simboli di identità, distruggere i luoghi di cultura: nessuna persona che abbia un cuore può restare insensibile”. “A Siena continueremo a fare ciò che fin dal primo momento abbiamo fatto: moltiplicare le iniziative di solidarietà, creare opportunità di accoglienza. E sperare che questo orrore abbia fine” – ha concluso De Mossi.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena