Dati sul turismo in continuum con Survey Monkey
18 Lug, 2017
turisti piazza el campo_800x532

Avere il quadro continuo e aggiornato delle presenze e degli arrivi, delle notti di soggiorno, del prezzo medio a cui si è venduto tra gli associati di Federalberghi Confcommercio Siena. E poter dunque raccontare il turismo nei suoi diversi momenti dell’anno su tutto il territorio della provincia di Siena.

E’ l’obiettivo di Survey Monkey, lo strumento acquistato da Federalberghi Confcommercio Siena che rende possibile “interrogare” gli associati su temi chiave e dunque poter restituire il trend in atto

“Uno strumento utile, diretto ai nostri 290 associati – dice Marco Bianciardi, presidente di Federalberghi – in questa fase lo stiamo ancora promuovendo e testando, ma ci sta dando già dei dati preziosi”.

Il campione è costituito da alberghi per il 48% dei casi, 3,83% residence, e per il 15,15% B&B. Le prime domande “lanciate” al campione sono legate all’andamento registrato rispetto al 2016 nelle prenotazioni. Per il 54,55% del campione risulta in aumento, mentre è stabile per il 18,18% ed in diminuzione per il 30,30%. La percentuale di miglioramento è entro il 5% per il 36,36% dei casi, è entro il 10% per il 24,25% ed è entro il 15% per il 9,09%, altro per il 30,30%. La percentuale di peggioramento è invece entro il 5% per il 30,3%, entro il 10% per il 18% entro il 15% per il 6% e altro per il 45,45% dei casi. Rispetto al periodo dei ponti, Pasqua ed altro, sono stati testati anche i flussi in arrivo. In genere gli europei, tedeschi e francesi a parte, risultano in diminuzione, soprattutto russi e scandinavi. Invece sono in aumento tedeschi, per il 7%, i francesi per il 17%. Anche australiani e canadesi sono in diminuzione mentre il segno è più per il 5%. Grande incremento per i cinesi con un più 30%, mentre in calo sono giapponesi, russi, brasiliani. La durata media del soggiorno è stata da due a tre notti per il 60,61% del campione, una notte per il 33,33% del campione. La tariffa media è stata tra i 90 e i 120 euro a notte per il 42,42% del campione e meno di 90euro per il 30,30%.

“Questi dati – commenta Luisella Bartali, responsabile turismo Confcommercio Siena – si rivolgono ai nostri associati. Ma avendo noi 290 strutture associate è chiaro che raccontiamo una parte importante di realtà. In questo modo vogliamo dare il nostro contributo, alla collettività e alle strutture stesse per costruire delle statistiche sul loro lavoro che possono aiutare loro stessi a capire ciò che sta accadendo, stagione dopo stagione”.

“Per quanto riguarda i ponti – continua Bianciardi – l’indagine ad esempio conferma le nostre sensazione che nel periodo primaverile avevamo avuto modo di comunicare. Nelle prossime settimane interrogheremo ancora i nostri associati, che ringraziamo per la collaborazione, quindi sarà possibile continuare ad avere dati su cui riflettere”.