Danni ancora da valutare per il campanile di San Domenico. Padre Alfredo: “C’ha protetto Santa Caterina”
9 Giu, 2016
campanile san domenico

“C’ha protetto Santa Caterina” ha detto Padre Alfredo Scarciglia parlando dello scampato pericolo causato dal cedimento di due pietre della basilica di San Domenico, a seguito di un fulmine che, durante il violento temporale di ieri, ha colpito il campanile. I detriti, sono caduti a terra fortunatamente evitando le persone e finendo su un’auto parcheggiata nella discesa di Camporegio. “C’erano persone sedute al bar davanti a San Domenico – ha raccontato ai microfoni di ARE Padre Alfredo Scarciglia parroco di San Domenico – e le pietre per fortuna sono cadute a pochi metri da lì, rimbalzando e andando a colpire una vettura. Poteva andare molto peggio”. Il fulmine che nel primo pomeriggio si è abbattuto sulla basilica oltre ai danni al merlo che risulta crettato, ha causato un black out e distrutto la centralina elettronica che regola il suono delle campane. “Dobbiamo ancora valutare i danni, ho avvertito la Soprintendenza e il Fondo Edifici Culto (FEC) proprietario dell’immobile e nei prossimi giorni si faranno i sopralluoghi. Ringrazio quanti ieri si sono prodigati per mettere in sicurezza la basilica ed aiutare i tanti turisti che si trovavano all’interno ad uscire visto che c’è stato un black out totale. La sera tutto è tornato alla normalità”.