Prima pagina

“Curami”, Chiantimedical: nuovo modello di welfare e mutualità

Il terzo settore per la prima volta si unisce in rete per realizzare una struttura sanitaria all’avanguardia

Una vasta e diversificata assistenza specialistica, odontoiatrica, di medici di base e di pediatri di libera scelta, garantita da una qualificata offerta di figure professionali. E’ ciò che assicura ChiantiMedical, a Fontebecci: il grande investimento di ChiantiBanca nel welfare attraverso la sua Fondazione ‘Monteriggioni’: progetto curami_800x600accoglie una varietà di servizi medico-sanitari ambulatoriali, diagnostici e riabilitativi inseriti all’interno di un complesso di oltre 1000 mq, articolato su due piani in una struttura all’avanguardia per progettazione, tecnologie, optionals, sicurezza, situato in una posizione strategica dell’hinterland del capoluogo senese. Curami, al piano terra di ChiantiMedical, è stato realizzato attraverso un’importante rete del terzo settore: il Consorzio di Cooperative sociali Archè, le Misericordie della provincia di Siena e Acli Siena. Il poliambulatorio Curami pone la persona al centro del processo di cura,  garantendo tempi di attesa ridotti, tecnologie ed attrezzature d’avanguardia, tariffe e prezzi accessibili. La poli-specialistica offre visite cardiologiche, dermatologiche, diabetologiche, fisiatriche, geriatriche, ginecologiche, oculistiche, ortopediche, psichiatriche, psicologiche, otorinolaringoiatriche, pneumologiche ed urologiche; quello  odontoiatrico assicura prestazioni di  chirurgia dentale, conservativa, odontoiatrica per bambini, ortodonzia ed ortopantomografia 3D. L’area  riabilitazione garantisce differenti servizi. Il taglio del nastro di Chiantimedical – Curami venerdì 27 giugno.
ChiantiMedical, realizzato da ChiantiBanca, dice il presidente Claudio Corsi, “testimonia il nostro impegno, la sensibilità alle sollecitazioni ed alle esigenze della comunità. Questi aspetti chiamano in causa il credito cooperativo a cui oggi è affidato il compito di contribuire alla coesione, individuando risposte agli attuali  bisogni. Con ChiantiMedical, di cui beneficiano i soci, i clienti, ChiantiBanca interpreta una nuova e moderna mutualità, perfezionando il suo ruolo di attore nel mercato e nella società. Questo intervento dimostra il nostro impegno di contribuire allo sviluppo con investimenti utili, anche affrontando il rischio di impresa, attivando sinergie con gli altri protagonisti del territorio, questa volta il terzo settore”.
“Curami Impresa sociale Srl”, spiega il presidente Umberto Dal Maso, “nasce dall’accordo fra tre reti senesi del terzo settore, Consorzio di Cooperative sociali Archè, Misericordie della provincia, Acli Siena, per assicurare ai cittadini un’offerta di servizi di sanità ‘leggera’, di qualità e accessibili secondo la capacità di spesa delle famiglie. E’ la prima volta che nel territorio la cooperazione sociale ed il volontariato di ispirazione cattolica si uniscono in un’impresa sociale. La fiducia del movimento cooperativo del credito a questa ‘rete di reti’ ha permesso di realizzare il poliambulatorio. Esistono le premesse per pensare ad un consolidamento di ‘Curami’: vuole coinvolgere il cittadino-utente  per offrire servizi sanitari capaci di rispondere sempre più alle esigenze attuali”.
Un investimento che, ha detto Raffaella Senesi sindaco di Monteriggioni,  “il nostro Comune considera appartenere al suo territorio sia per la sua evoluzione nel tempo e per l’importanza del progetto: all’avanguardia per caratteristiche e qualità dell’offerta sanitaria. Conferma il legame di ChiantiBanca con le realtà dove opera  anche, oltre l’attività bancaria, intervenendo in settori ad alto valore sociale”. ChiantiMedical e Curami, ha affermato il sindaco di Siena Bruno Valentini, “si inseriscono nel nuovo modello di sanità regionale orientato alla collaborazione con il comparto privato. In un periodo in cui si infrange il tabù che la sanità deve essere solo pubblica, l’investimento di ChiantiBanca rappresenta un nuovo modello:  coinvolge  il settore sociale che, insieme ai medici di Curami, possono contribuire ad assicurare risposte alle esigenze sanitarie del cittadino che il comparto pubblico non può interamente soddisfare. Una buona sanità è un biglietto da visita del territorio che crea lavoro e attira nuovi investimenti”.  E’ evidente che, dopo l’intervento di Roberto Mugnaini presidente Fondazione ChiantiBanca Monteriggioni, ha precisato Tiziano Cappellini responsabile comunicazione, “un progetto di questa entità si è potuto  realizzare perché condiviso dalle strategie che, dopo la fusine fra ‘Monteriggioni’ e ‘Chianti Fiorentino’ ChiantiBanca sviluppa nel territorio”.

“ChiantiMedical e “Curami” rappresentano un intervento positivo in questo  contesto caratterizzato da una limitatezza di risorse che riduce i grandi investimenti a favore della collettività, si conferma il ruolo anti-ciclico del credito cooperativo che ChiantiBanca, spiega Corsi, “ concretizza con efficienti azioni per la collettività”.
Venerdì 27 giugno, ore 17, auditorium “G. Burrini, Via Giovanni Paolo II, 1 – Monteriggioni, Siena, presentazione portale e-commerce ChiantiBanca; ore 18  “Un modello attuale di welfare e mutualità”; interventi di: Claudio Corsi e di Andrea Bianchi direttore generale ChiantiBanca; Umberto Dal Maso, Roberto Mugnaini Presidente Fondazione ChiantiBanca Monteriggioni; poi, Raffaella Senesi sindaco Comune di Monteriggioni, Bruno Valentini sindaco Comune di Siena, Stefano Granata presidente Welfare Italia: modera Virginia Masoni. Alle ore 19, taglio del nastro di ChiantiMedical e di “Curami”.
“Curami”, dotato di ampio parcheggio gratuito, è aperto dal lunedì al venerdì 9-19: sabato

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad
Ad

Meteo

Meteo Siena