Crollo controsoffitto Scotte, interrogazione in consiglio comunale
7 Nov, 2017
0k2 (4)

A seguito del recente crollo del controsoffitto all’ospedale cittadino S. Maria alle Scotte, questo pomeriggio, Simone Lorenzetti (Riformisti) ha presentato un’interrogazione urgente con la quale ha chiesto “se è stato fatto un incontro con il Direttore del policlinico e con le preposte Forze dell’Ordine per conoscere cause e responsabilità e i provvedimenti da adottare in merito”.

“Prima di tutto – ha risposto l’assessora alla Sanità, Anna Ferretti – voglio fare a nome mio personale, della Giunta e del Consiglio Comunale, gli auguri di pronta guarigione alle persone che si sono trovate coinvolte nel crollo e ringraziare sentitamente i volontari presenti al momento del fatto che hanno evitato, alle persone coinvolte, di riportare gravi danni”.

Venendo all’interrogazione, l’assessora ha informato che “appena formalizzata la nomina del nuovo Direttore Generale, si è tenuto con lui un incontro e, come riportato nel comunicato stampa dello scorso 6 ottobre, tra i temi affrontati anche quello relativo agli investimenti strutturali per le Scotte, e un preciso impegno sulla manutenzione. Nel frattempo Giovannini si è impegnato ad adoperarsi per accelerare e intensificare interventi di manutenzione straordinaria diffusi, sia per la qualità dell’assistenza ai pazienti che per la dignità dei lavoratori”. “Un problema, quindi, purtroppo già presente – ha aggiunto – e all’attenzione sia dell’Amministrazione sia del nuovo Direttore che, dietro anche a queste sollecitazioni, ha chiesto a uno dei dirigenti tecnici che doveva trasferirsi in altra sede di restare fino alla sua sostituzione. Dopo il crollo avvenuto il 2 novembre, dovuto presumibilmente a errori nell’intervento di sistemazione del controsoffitto da parte della ditta che stava lavorando alla sostituzione delle lampade, il DG ha fatto immediatamente una contestazione scritta alla ditta, contestazione consegnata anche alla Procura che sta indagando”.

Come ha proseguito Ferretti, <<non sono seguiti incontri, bensì ripetuti contatti telefonici da parte del sindaco Valentini e miei per capire come veniva affrontata la situazione e riportare il reparto interessato alla piena funzionalità; il giorno seguente, venerdì 3, su nota dei Vigili del Fuoco è stata emessa un’ordinanza dal Comune. “Nell’atto veniva richiesto all’Azienda di adottare le necessarie misure di sicurezza nelle aree interessate dal cedimento; di eseguire su queste ulteriori e più approfonditi controlli da parte di personale qualificato, nonché i necessari lavori di ripristino e consolidamento necessari a garantire la sicurezza; di estendere i controlli a tutti i controsoffitti della stessa tipologia presenti della struttura ospedaliera; e, una volta assicurate le condizioni di sicurezza, trasmettere al nostro Comando di Polizia Municipale una relazione tecnica, asseverata da personale regolarmente iscritto ad Albi o Collegi professionali, con la quale si attesti la cessazione del pericolo per persone e cose”. “Come Amministrazione – ha concluso l’assessora – monitoreremo costantemente l’impegno preso dal DG, continuando a sollecitare la Regione affinché l’ospedale di Siena sia oggetto di un’attenta riflessione sulle attività attualmente svolte e per il suo sviluppo futuro”.

Lorenzetti, nel ringraziare per la risposta che “in parte ha fornito alcuni chiarimenti>> ha, però, evidenziato che “a oggi manca ancora un responsabile per quanto accaduto e, vista la gravità del fatto per scongiurare che tali criticità si presentino in altre parti del policlinico, è quanto mai necessario conoscere i lavori che verranno effettuati e la loro tempistica”.