Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Covid, De Mossi: “La situazione di Siena è ben diversa da altre aree della Toscana”

Sarebbe ragionevole tenere conto della favorevole situazione di Siena che è ben diversa da altre aree della Toscana – così il sindaco Luigi De Mossi – in merito alla richiesta al Governo da parte del Governatore della Regione Eugenio Giani di far tornare Siena e Grosseto in area arancione – E’ doveroso tenere conto delle realtà locali. Della disciplina e civiltà di ogni singola area. Nessuno chiede una riapertura senza criterio ma i senesi hanno risposto in maniera adeguata e puntuale alle prescrizioni dei vari DPCM. Il Governo deve tenere conto di questo e dei dati, che a Siena sono molto più bassi rispetto ad altre zone della Toscana. Io sono assolutamente in linea con il fatto che, pur con tutte le le prescrizioni e attenzioni del caso, la comunità senese vada premiata.

Inoltre – prosegue De Mossi – ribadisco che non sono solo gli ospedali di ‘secondo livello’ a dover avere un’area Covid, ma la devono avere tutti gli ospedali. E’ giusto per quei territori e per la prossimità, perché la salute si declina sul territorio e sulla vicinanza alle persone.

Ribadisco inoltre un concetto che avevo già espresso – conclude De Mossi – Capisco che la situazione è complessa a livello nazionale però quello che io chiedo al Governo è che ci diano delle prospettive e un crono programma. Capisco che non è semplice, ma ci devono dire quali sono le prospettive. Le persone non possono essere costrette a chiudere la propria attività commerciale da un giorno all’altro. Hanno sostenuto delle spese, hanno delle responsabilità verso i propri dipendenti. C’è il dovere da parte del Governo, pur nella difficoltà del caso di darci una programmazione. Gli imprenditori devono sapere quando dovranno chiudere, quando potranno riaprire, serve una prospettiva”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena