Cosima Spender: “All’estero il documentario è piaciuto molto, sono curiosa di vedere le reazioni dei senesi”
28 Gen, 2016
cosima spender

Arriva al cinema Nuovo Pendola il docufilm Palio di Cosima Spender. La storia di un estate vissuta con alcuni fantini senesi per raccontare la festa senese. All’estero dove è stato presentato nei mesi scorsi, Palio è piaciuto, piacerà ai senesi?
“Ci sarà chi criticherà e chi si divertirà, come accade spesso – ha detto Cosima Spender ad Antenna Radio Esse -. Non è la storia del Palio fatta in maniera enciclopedica, ma un modo di far vivere le emozioni senesi attraverso le vite dei fantini. Ci sono Trecciolino e Tittia che in quella stagione furono protagonisti, ma anche Bastiano e altri così come alcuni ex dirigenti di contrada, siamo stati insieme molto tempo per le riprese e con alcuni è nata un’amicizia”.
Oggi la cerimonia di presentazione alle ore 20 con Roberto Barzanti a fare la presentazione. La regista però non potrà esserci.
“Sono a Londra per altri impegni di lavoro, ma con lo spirito ci sarò. Sono cresciuta a Siena e imparatoba conoscere il Palio con gli amichetti di scuola. Ricordo quando mio padre mi portava sulle spalle in piazza a vedere la corsa, poi a 14 anni sono andata in inghilterra ed ho avuto sempre il sogno di girare un film sul Palio”.
Il film arriva in Italia dopo aver partecipato a varie rassegne. Che riscontri ha avuto?
“All’estero è piaciuto tantissimo, pur essendo un documentario con sottotitoli senza doppiaggio, il pubblico ha seguito con attenzione, facendosi rapire dal fascino del Palio. Negli States erano sorpresi e divertiti dai giochi politici, dagli intrecci, dalle inimicizie, insomma dagli intrighi senesi. Io ho scelto di dare questa lettura del Palio, penso che potranno essere fatti tanti altri film con altre interpretazioni”.fare storie sul palio