Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Coronavirus, primo morto in provincia di Siena. Il punto alle 8.15 del 16 marzo

La provincia di Siena registra la prima vittima per il coronavirus, anche se è da verificare se la causa sia dovuta ad altre complicanze. Si tratta di un 88enne di Poggibonsi, un noto professionista deceduto ieri al Policlinico Le Scotte, dove era stato ricoverato in condizioni critiche nei giorni scorsi con la moglie. Anche il figlio 55enne è risultato positivo al test ed è sotto osservazione.

Nella serata di ieri è stato dichiarato positivo un altro anziano, un 87enne che dall’ospedale di Abbadia San Salvatore, è stato ora trasferito al reparto Malattie infettive del San Donato di Arezzo.

I familiari a più stretto contatto non presentano sintomatologia ma ovviamente la situazione viene monitorata.

L’Azienda Ospedaliero Universitaria intanto ha precisato che non lavora alle Scotte il chirurgo senese risultato positivo al Covid-19. Il professionista opera invece con la sua equipe nella struttura di Villa Fiorita a Prato. È in isolamento fiduciario così come i suoi collaboratori.

Al momento, secondo i dati forniti dalla Asl Toscana Sud est, in provincia i contagiati sono 58, dei quali 13 ricoverati in ospedale. Tra i nuovi casi anche tre bambini posti in isolamento a Chiusi. In regione complessivamente i nuovi contagi sono 151 sui 781 complessivi registrati dall’inizio dell’emergenza.

Intanto il governatore della Toscana Enrico Rossi ha disposto la chiusura fino al 3 aprile delle strutture semiresidenziali per anziani e disabili, i cosiddetti centri diurni, e l’istituzione di una commissione di esperti per definire le linee guida di indirizzo per i percorsi di cura destinati ai pazienti affetti da Covid-19.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena