Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Coronavirus, il punto alle 8.50 dell’ 11 marzo

Sono 56 i nuovi casi in Toscana registrati ieri, quattro dei quali in provincia di Siena. Tre sono quelli del consigliere regionale Stefano Scaramelli, la moglie e il figlio a Chiusi. Il quarto caso un 65enne di Monteriggioni che però al momento non risulta al sindaco Andrea Frosini.

Di ieri la nuova ordinanza del governatore della Toscana Enrico Rossi che impone il rientro immediato al proprio domicilio a chi sia arrivato in regione negli ultimi quattordici giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico.

Anche a Siena sono scattati i controlli, sulla base del nuovo decreto governativo. Ricordiamo che è possibile spostarsi all’interno del comune di residenza, ovviamente per motivi essenziali. Per uscire dal comune, sempre per motivi di lavoro, salute o necessità, è sempre necessario avere con sé l’autocertificazione, soprattutto quando ci si muove in auto. Le pattuglie della polizia municipale e delle forze dell’ordine verificano la situazione in punti strategici della città.

Sospeso il mercato del mercoledì, così come il Mercatino di Pasqua e le attività di estetisti e tatuatori. Annullati il mercatino dell’Antiquariato di piazza del Mercato e l’edizione della Fiera di San Giuseppe. Consentiti, ovviamente con idonee misure per evitare assembramenti e rispettare la distanza di sicurezza di un metro, i mercati rionali, i posteggi fuori mercato e i mercati dei produttori agricoli di viale Maccari e di piazza Amendola.

Si precisa inoltre che il limite orario dalle 6 alle 18 per bar e ristoranti è riferito solo all’apertura al pubblico. Questo significa che l’attività può proseguire con le consegne a domicilio, evitando però contatti personali al momento della consegna.

Gli uffici pubblici o comunque legati a pubblici servizi sono contattabili dal pubblico telefonicamente o per via telematica, e ci si può andare fisicamente solo dopo un appuntamento. È così per Siena Parcheggi, e anche il Gruppo Estra chiede agli utenti di andare solo per inderogabili necessità. Tornando a Siena Parcheggi, è stato anche deciso che fino al 3 aprile saranno gratuiti i posteggi a pagamento alle Scotte. C’è da aggiungere che molti comuni della provincia stanno sospendendo le scadenze per il pagamento di alcuni tributi.