Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Coronavirus: il punto alle 8.30 del 19 marzo

Sono un medico e due infermieri, i tre operatori sanitari delle Scotte trovati positivi al Coronavirus anche se asintomatici. Si tratta dei primi casi nel policlinico senese, come ha reso noto il direttore generale Valtere Giovannini. Sono in corso tutte le verifiche necessarie per alzare la soglia della sicurezza e la direzione sanitaria è al lavoro per sottoporre a tampone i contatti stretti e disporre eventuali misure di quarantena. Giovannini ha anche annunciato che ora ogni operatore, quando è in ospedale, dovrà indossare la mascherina.

Quella dei tre operatori sanitari positivi alle Scotte è la notizia più eclatante di una giornata che in provincia di Siena ha registrato 13 casi di probabili positivi, secondo il bollettino dell’Asl Toscana Sud Est. Ricoverati ad Arezzo, nel reparto malattie infettive del San Donato, una 72enne di Bagni San Filippo e un 55enne della Valdichiana. In sorveglianza attiva domiciliare ci sono ancora in Valdichiana altre cinque persone, due cinquantenni, un sessantenne e due anziani di 81 e 84 anni. Quarantena anche per due uomini nella zona dell’Amiata e Val d’Orcia, e per tre donne ed un uomo nel Senese. In provincia il numero dei casi positivi è salito a 77; unica vittima nella zona rimane l’88enne deceduto a Poggibonsi. A Siena città ci sono attualmente 160 persone in quarantena, secondo i dati forniti dal sindaco.

Per quanto riguarda la regione Toscana, i nuovi casi positivi sono 277, che fanno salire a 1330 il dato complessivo dei contagiati, con 22 decessi, cinque in più rispetto al dato del giorno prima, ma anche 17 guarigioni, dieci virali e sette cliniche.