Controlli su imprenditoria straniera, multa salata per un cinese
2 Ago, 2019
logo_are_6_trasp

Ha fatto il pieno di violazioni, e relative sanzioni, un 33enne cinese legale rappresentante di un grande negozio aperto in città, che ha ricevuto la visita dei carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro insieme ai colleghi del NAS di Firenze. Le multe sono arrivate per aver utilizzato le telecamere per controllare i dipendenti, per la presenza di un lavoratore pakistano impiegato a nero, per carenze igienico-sanitarie e la non corretta attuazione delle procedure previste nel piano di autocontrollo (HACCP) in materia di alimenti. Complessivamente le sanzioni ammontano a 6.600 euro e ammende (penali) per oltre 8.100 euro. Nei prossimi giorni questi controlli, che rientrano in una campagna nazionale di “vigilanza sull’imprenditoria straniera”, promossa dall’ispettorato Nazionale del Lavoro, proseguiranno e verranno estesi anche alla Provincia.