Prima pagina

Controlli serrati dei carabinieri, 6 persone denunciate e 6 pregiudicati fermati a Poggibonsi

I controlli dei carabinieri proseguono senza sosta anche e soprattutto a ridosso del prossimo ferragosto.
I militari della compagnia di Poggibonsi, nella nottata appena trascorsa, hanno deferito 6 persone per reati di vario tipo ed hanno avanzato, nei confronti di altri 6 pregiudicati, la richiesta di applicazione del foglio di via dal comune di Poggibonsi.
A finire nei guai sono stati un siciliano 30enne che ha fornito false generalità ai militari di un posto di controllo nel comune di Poggibonsi. L’uomo, trovato alla guida senza patente, ha fornito un falso nome e cognome, sperando di eludere le procedure amministrative sanzionatorie, ma così facendo ha commesso un illecito penale per il quale è state deferito in stato di libertà.
Il secondo a finire nei guai è stato un 27enne senese che, nei pressi di Chiusdino, a causa dell’abuso di alcol, ha provocato un incidente, finendo contro il muro di una abitazione. All’esito degli accertamenti con etilometro, gli è stata ritirata la patente ed il veicolo è stato sottoposto a sequestro. Il giovane rischia la sospensione della patente fino a due anni.
Un 59enne residente nel Chianti invece è stato denunciato per minaccia ed ingiuria nei confronti di un vicino di casa. Tra i due, infatti, a causa di futili motivi, è scoppiata una furiosa lite che si è conclusa solo all’arrivo dei militari, e comunque solo dopo che, alla presenza dei Carabinieri il cinquantanovenne ha minacciato il vicino.
Un palermitano 49enne, a Poggibonsi, è stato trovato in possesso di materiale per il confezionamento di sostanza stupefacente (un bilancino di precisione, del cellophane e alcuni involucri con residui di sostanza stupefacente), motivo per il quale i Carabinieri hanno eseguito una perquisizione domiciliare rinvenendo una pianta di canapa indiana di circa un metro e più di cinquanta semi della stessa specie. L’uomo è stato denunciato a piede libero per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
Sempre in Valdelsa, un marocchino 20enne è stato segnalato alla Prefettura per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale perché trovato in possesso di 3 grammi di hashish.
Un uomo di 43 anni, invece, a Colle val d’Elsa è finito nei guai perché dopo aver litigato con la moglie (dalla quale si sta separando), le ha inviato immagini tramite il proprio cellulare, nelle quali l’uomo imbracciava le proprie armi (legalmente denunciate) mimando il gesto del suicidio e lasciando ipotizzare gesti violenti contro la donna. L’uomo è stato deferito in stato di libertà per violenza privata e gli sono state immediatamente ritirate le armi ed il porto d’armi.
Nella periferia di Poggibonsi gli uomini dell’Arma hanno rintracciato 6 siciliani di etnia rom con precedenti per furto e truffa che, senza giustificato motivo, a bordo di 4 vetture, si aggiravano per le zone periferiche della città.
I sei sono stati immediatamente proposti per il “foglio di via dal comune di Poggibonsi” evitando così, molto probabilmente, il verificarsi nella zona di reati di natura predatoria.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena