Controlli della Polizia per la sicurezza sulle strade
22 Ago, 2014
polizia siena14 ridotta_800x540

Sicurezza sulle strade. Questo l’obiettivo della Polizia di Stato con il potenziamento delle forze messe in campo su tutta la provincia di Siena ed una intensificazione delle attività di controllo, con particolare riguardo ai servizi di prevenzione e contrasto al consumo eccessivo di bevande alcoliche.

La Polizia Stradale nell’ambito della campagna “Non rischio perchè”, sulla sicurezza stradale lanciata da fondazione ANIA sta svolgendo un’attività di sensibilizzazione e prevenzione a livello nazionale. L’obiettivo è quello di ridurre gli incidenti stradali che, solo nell’ultimo anno, ha visto ben 3563 persone perdere la vita in tutta Italia, considerando che una vittima su 5 aveva meno di 30 anni.

Nell’ultimo periodo, la Polizia Stradale di Siena, comandata dal Vice Questore Aggiunto Agnese Pane, ha attuato specifiche attività di controllo rafforzando il pattugliamento del territorio, dirette a prevenire in particolare le “stragi del sabato sera” , con presidio su tutta la provincia.

I servizi, attuati con diversi posti di controllo, hanno consentito di verificare complessivamente 54 veicoli identificato altrettanti conducenti. Otto di questi sono stati trovati positivi ai test alcolemici, con condizioni di guida molto rischiose e altissima probabilità di causare incidenti stradali. Un dato da rilevare è inoltre quello della prevalenza di donne rispetti agli uomini, trovate positive all’alcool test.

I risultati sul piano della repressione delle condotte di guida pericolose, hanno quindi restituito 8 patenti ritirate per la successiva sospensione.

Complessivamente sono stati 80 i punti decurtati ai conducenti indisciplinati.

E’ bene ribadire che la nostra provincia è costantemente sotto l’attenzione della Polizia di Stato, ed in particolare della Specialità Polstrada, per mantenere al minimo gli indici di inosservanza delle regole di comportamento e quindi di incidentalità.

Dalla Questura di Siena, i servizi di controllo del territorio delle Volanti con le attività dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, coordinato dal Vice Questore Aggiunto Alessia Baiocchi, hanno consentito di rilevare come la guida in stato di alterazione, dovuta non solo all’abuso di bevande alcoliche ma anche al consumo di droghe, sia dannosa per sé e per gli altri. Gli agenti hanno infatti accertato, qualche giorno fa, che un giovane rimasto gravemente ferito in seguito ad un sinistro stradale autonomo, si era messo alla guida di un ciclomotore dopo aver bevuto diversi alcolici. Un altro giovane è stato invece sottoposto ad accertamenti da parte dei poliziotti delle Volanti, dopo che era rimasto coinvolto in un incidente a bordo della propria auto, risultando poi positivo alla cocaina.

L’ultima denuncia degli agenti delle Volanti è invece di ieri pomeriggio, 21 agosto, quando i poliziotti sono intervenuti in via Vittorio Emanuele in seguito ad alcune segnalazioni giunte al 113 di una persona che barcollando era stata vista cadere a bordo di un ciclomotore, per poi riprendere la guida.

Gli agenti hanno identificato il giovane, accertando peraltro che guidava senza aver mai conseguito la patente, e hanno visto subito che mostrava tutti i sintomi dell’alterazione da alcool, come l’alito vinoso, un equilibrio precario e estrema difficoltà nel parlare. Quindi lo hanno sottoposto ad alcool test che ha dato esito positivo con un valore di 1,93 g/l, quindi più del triplo di quanto consentito dalla legge.