Home Slide Show

Consorzio del Chianti Classico, al via il progetto “Divini Italiani”

Oltre 400 etichette provenienti da tutto il mondo, una collezione unica di vini del territorio chiantigiano e toscano in uno dei nuovi luoghi di aggregazione della città, per raccontare a fiorentini e turisti l’eccellenza enogastronomica non solo chiantigiana.

Con queste premesse il Consorzio Chianti Classico ha aperto due anni fa l’Enoteca del Mercato Centrale a Firenze, con l’intento di promuovere non solo i vini della propria denominazione ma una più ampio concetto di diffusione di cultura enogastronomica in un luogo in cui ogni giorno passano migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo.

Proprio per insistere sulla grande ricchezza agroalimentare del nostro paese il Gallo Nero lancia dal mese di dicembre “Divini Italiani”, un progetto di valorizzazione dei tesori gastronomici italiani sconosciuti che saranno proposti in abbinamento ai vini dell’Enoteca.
Ogni mese sarà dedicato a una regione diversa e il pubblico potrà assaggiare specialità norcine, casearie o comunque prodotti semplici e al tempo stesso straordinari di piccoli produttori italiani in abbinamento ai vini di quella regione.
Si parte a dicembre con l’Umbria, con i prodotti dell’azienda “Il Quadrifoglio” di Norcia, nella speranza che la passione per le cose buone possa aiutare uno dei giacimenti gastronomici più ricchi e preziosi d’Italia, che in questo momento sta vivendo un periodo molto difficile. A partire dal 15 gennaio il progetto proseguirà con il Trentino Alto Adige.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra il Consorzio Chianti Classico e Filippo Saporito, patron neostellato della Leggenda dei Frati che ha ideato il format e selezionerà per il Consorzio gli artigiani del gusto in ogni angolo del paese.

Azienda Agricola il Quadrifoglio. L’azienda  agricola Quadrifoglio sembra esistere da sempre, ma nel tempo ha subito delle trasformazioni sia strutturali che nell’ indirizzo, tanto che da semplice azienda produttrice di cereali e legumi, oggi gode di riconoscimenti nella gastronomia d’eccellenza. Grazie alla passione per il buon cibo, seguendo l’allevamento nel rispetto del benessere  animale, la produzione del latte e quindi la sua trasformazione  presso il caseificio  aziendale, si è  arrivati ad ottenere  un pecorino a latte crudo e caglio naturale fortemente caratterizzato. Un’attenzione maniacale verso la qualità e un amore verso il proprio territorio che si esprime anche nella norcineria, come dimostra il progetto di ricostituzione  di una razza suina già  presente nel territorio nel 1200, sostenuto dalla facoltà  di agraria  di Perugia, che regala prodotti unici, di assoluta eccellenza, come il prosciutto dal grasso buono, ricco di omega 3.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena