Consiglio comunale, votato l’atto di indirizzo del Santa Maria della Scala
25 Lug, 2014

C’ha messo lo zampino anche il temporale nell’allungare la seduta del consiglio comunale di ieri, monografica sul Santa Maria della Scala. Un fulmine ha fatto saltare l’impianto e la seduta è stata sospesa per quasi due ore. Quindi si è ripreso a parlare dell’atto di indirizzo per il complesso museale senese preparato dalla commissione dopo 4 mesi di consultazioni, incontri e riflessioni sul futuro del complesso museale. Proprio perchè tutte le forze politiche erano rappresentate nella commissione si ipotizzava un voto all’unanimità, invece la mozione presentata dalla maggioranza con l’aggiunta degli emendamenti di Periccioli e Tucci ha ricevuto 17 voti favorevoli, 7 contrari e 3 astenuti. “Ci si è divisi su questioni di poco spessore – ha detto il sindaco Valentini stamani ai microfoni di Antenna Radio Esse -, il dibattito di 5 ore poteva concretizzarsi in 50 minuti. Si è discusso su chi dovrà nominare il comitato scientifico quando c’è la legge che lo stabilisce.
Purtroppo il voto non è stato come potevamo pensare ma è comunque importante aver varato la linea per il futuro del Santa Maria della Scala che risulta tra
i 4 musei più importanti della Toscana come stabilito dalla Regione. L’atto di indirizzo stabilisce quali iniziative, attività potremmo fare per attirare risorse perchè non vogliamo demonizzare i privati che potranno essere al nostro fianco per rendere competitivo il polo museale. Intanto la settimana prossima riaprirà il bar all’interno del Santa Maria della Scala chiuso ormai da anni.
Un piccolo passo del rinnovamento”.