Comune di Siena 2.0: i tempi medi di pagamento delle fatture si stanno azzerando
12 Apr, 2018
Innovazione e semplificazione 1

I tempi medi di pagamento delle fatture del Comune di Siena nei confronti dei diversi fornitori si stanno azzerando: è questo il risultato di un progetto innovativo che è stato condotto nel Comune di Siena in coordinamento con Anci Toscana attraverso la creazione di un gruppo di lavoro multidisciplinare che ha coinvolto oltre 70 dipendenti ed un team specializzato di Anci Toscana, che ha come propria missione l’inserimento e lo sviluppo di progetti innovativi, di reingegnerizzazione dei processi, sburocratizzazione e semplificazione, come la fatturazione elettronica.

Questo il tema al centro del convegno Innovazione e semplificazione – La fatturazione elettronica e il ciclo della spesa nel Comune di Siena, che si è tenuto stamattina in Sala Maccherini e che ha visto la partecipazione di Bruno Valentini, Sindaco di Siena, Diodora Valerino, Segretario Generale del Comune di Siena, Luciano Benedetti, Dirigente Direzione Risorse del Comune di Siena, Fausta Tistarelli, Consulente di Anci Toscana e Simone Gheri, Direttore Anci Toscana.

Grazie a questi risultati l’amministrazione senese è stata scelta come ente pilota per la sperimentazione del nuovo sistema di pagamenti/riscossioni SIOPE+ (l’innovativa piattaforma operativa promossa da Ministero delle Finanze e Banca d’Italia, che presto interesserà tutte le pubbliche amministrazioni italiane). Un esempio di Pubblica Amministrazione che semplifica, ottimizza e innova con ricadute importanti su imprese fornitrici e dipendenti e che fa della sharing economy uno dei principali elementi di sviluppo e crescita. Si tratta di una iniziativa che nasce dal percorso strategico del Comune, correlato al Programma di Mandato, agli Obiettivi, al sistema di Peg e che ha adottato il metodo scientifico di Business Process Reengegnering (BPR) con:

Creazione del gruppo di lavoro
Analisi delle attività operative
Identificazione delle criticità di tipo organizzativo, informativo e informatico
Attivazione dei miglioramenti

I pagamenti in linea, lo sappiamo tutti, costituiscono un elemento fondamentale per tutti i fornitori i cui rating possono essere molto penalizzanti nel caso di ritardi negli incassi. Oggi i tempi di pagamento delle fatture per il Comune di Siena nei confronti dei fornitori si sta azzerando. Un risultato dunque dal grande valore in termini di servizio ma anche di forte impatto socio-economico sul territorio.

Tra gli elementi essenziali del progetto si evidenzia: percorso di sburocratizzazione, gestione snella delle attività, innovazione tecnologica come “fattore abilitante”, organizzazione collaborativa con al centro le persone che diventano esse stesse soggetti primari nella diffusione del progetto e dei risultati.

“Sburocratizzare, semplificare ed innovare sono obiettivi che ci siamo dati fin dall’inizio – spiega il Sindaco Bruno Valentini – ed ora i risultati arrivano: il Comune di Siena è sempre più 2.0. I tempi di pagamento delle fatture a carico dei Comuni sono importanti per le ditte che lavorano con la Pubblica Amministrazione: a partire dal 2016 e soprattutto nel 2017 si registra una netta inversione di tendenza che va a vantaggio di tutti i fornitori comunali. L’abbreviazione dei tempi medi di saldo delle fatture è una buona risposta per le aziende, trattandosi spesso di fornitori locali ciò significa anche immettere liquidità sul territorio. A ciò ha contribuito in modo decisivo l’innovazione di processo introdotta con la digitalizzazione integrale del ciclo di spesa, progetto che ha coinvolto i dipendenti comunali e realizzato grazie alla preziosa collaborazione con Anci Toscana. Ringrazio i nostri dipendenti per l’impegno profuso”.

“Il progetto è nato dalla consapevolezza che non si può pretendere che le cose cambino se continuiamo a fare le stesse cose e così abbiamo iniziato un importante percorso di cambiamento che punta allo sviluppo di una vera e propria cultura innovativa orientata all’assunzione di responsabilità, al superamento dell’autoreferenzialità e alla soddisfazione delle esigenze di cittadini e imprese”. Così Diodora Valerino, Segretario Generale del Comune di Siena, che aggiunge: “È in questo modo che si crea il valore all’interno di una organizzazione complessa come è quella del Comune di Siena, che ora, più di prima, mira ad innalzare i propri livelli di performace”.

“Un processo virtuoso non calato dall’alto che oggi assume un valore enorme – ha affermato Simone Gheri, Direttore Anci Toscana – perché ha consentito semplificazione delle procedure interne ed eliminazione totale della carta e un miglioramento dei processi interni al Comune. Con un valore aggiunto, i tempi di pagamento del Comune nei confronti dei fornitori sono progressivamente diminuiti. Il Comune di Siena con questo progetto diventa modello di innovazione e semplificazione che come Anci vorremmo venga esportato anche nelle altre Pubbliche Amministrazione della Toscana”.