Prima pagina

Commissariata la Filarmonica di Sarteano

La Filarmonica di Sarteano, dopo le dimissioni in massa dei vertici, non è più in grado di poter gestire la normale prosecuzione delle attività, sia nella parte di attività culturale e musicale, che nel rispetto della convenzione che assegna i locali della Sala della musica. Per questo il Comune è intervenuto con un atto di breve commissariamento che dovrà portare in tempi rapidi a una nuova stagione dell’associazione musicale sarteanese.
“Si è prodotto un vuoto di gestione in una delle associazioni culturali storiche di Sarteano, la Filarmonica. Il Comune aveva il dovere di intervenire. L’auspicio è che si apra un percorso nuovo di partecipazione e mobilitazione straordinaria di chi vuol bene a questa storica associazione“, dice il sindaco Francesco Landi. Per questo è stato individuato in Olinto Paolucci, ex vicesindaco ed ex presidente della Filarmonica dal 1991 al 2002, la figura adatta per gestire questa fase transitoria che porterà al nuovo tesseramento dei soci e a nuovi organismi.
“Riteniamo che Olinto possa avere la fiducia, la stima e l’autorevolezza necessarie per ricompattare quanti vogliono bene alla Filarmonica – aggiunge il sindaco Landi – e che possa gestire al meglio, con il Comune, un percorso molto rapido, necessario per far rivivere la Filarmonica di Sarteano. Ci sono troppe ragioni per le quali non potevamo stare fermi di fronte alle dimissioni che si sono verificater negli ultimi tempi. Siamo rispettosi dell’autonomia di ogni associazione, ma quando di mezzo ci sono più di cento anni di storia, tanti ragazzi che vanno a scuola di musica, e anche una convenzione per l’utilizzo di locali comunali, non potevamo assistere inermi. La musica è un linguaggio universale: la nostra banda ha formato per decenni giovani e giovanissime all’apprendimento della musica, ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali. Molte persone cresciute nella banda si sono diplomate e tutt’ora suonano e fanno della musica una parte importante della loro vita. Ora c’è bisogno di tutti, dell’entusiasmo di musici, familiari, amici della banda, per superare le recenti divisioni e guardare al futuro con nuove idee ed entusiasmo”.
Secondo quanto concordato in un primo incontro tra l’amministrazione comunale e Olinto Paolucci, il coordinatore di questa fase transitoria, si fisserà un crono-programma molto stretto per ricercare il coinvolgimento di vecchi e nuovi soci, prendendo il mese di febbraio come fase centrale per una campagna di mobilitazione per tornare a far rivivere la Filarmonica di Sarteano, ed arrivare già i primi di marzo con dei nuovi organismi in carica ed un nuovo progetto per la Filarmonica.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena