Colle val d’Elsa: approvato bilancio di previsione. Meno tasse e servizi mantenuti
18 Apr, 2016
colle val d'elsa_640x364

“In un momento difficile a causa della contrazione delle risorse disponibili, il Comune di Colle di Val d’Elsa ha ridotto le tasse, sono stati salvaguardati i servizi, mantenuta rilevante la spesa per gli investimenti, consolidati i conti”: è questo il commento del sindaco Paolo Canocchi all’approvazione del bilancio di previsione 2016-2018 approvato a maggioranza nell’ultima seduta del consiglio comunale con i voti favorevoli della maggioranza e contrari del Pd (Movimento 5 Stelle era assente alla seduta).

“Tutto ciò – ha detto ancora il sindaco Canocchi – è stato reso possibile dall’azione continua sulla strada della razionalizzazione e della reinternalizzazione dei servizi, dell’efficientamento della struttura comunale, del contenimento della spesa corrente”.

In particolare si nota la riduzione della tassa sui rifiuti (TARI) del 5% e la conferma della riduzione degli oneri di urbanizzazione, che in alcuni casi raggiunge anche la soglia del 50%: “Se due anni fa avevamo conteggiato solo poche migliaia di euro per gli oneri di urbanizzazione per interventi legati alle attività produttive, il totale dello scorso anno si aggira sui 100mila euro. Segno evidente che una pur minima risposta c’è stata e che le imprese hanno colto l’incentivo”, ha specificato ancora il sindaco.

Per la redazione del bilancio, molto è stato fatto sulla riduzione della spesa corrente con risultati importanti anche sono arrivati, ad esempio, da una una nuova aggiudicazione per le assicurazioni, con gli stessi massimali, che ha comportato un risparmio di oltre 60mila. Non solo: nel 2015 sono state risparmiate oltre 4.500 ore lavorative, mentre nel 2016 l’Azienda speciale Multiservizi pagherà al comune oltre 122mila euro, e negli anni successivi oltre 183mila euro. E a proposito di servizi che rientrano all’interno del Comune si nota ad esempio l’attività dei parcometri che verranno gestiti direttamente dall’ente a partire proprio dal 2016 e determineranno un beneficio di 160mila euro, mentre i servizi amministrativi relativi alla mensa scolastica, i servizi museali nonché quelli cimiteriali, saranno gestiti direttamente dal Comune a partire dalla seconda metà dell’anno.
“Sul piano del consolidamento dei conti – ha detto ancora il sindaco Paolo Canocchi – viene sottolineato il finanziamento già in fase di previsione al 100% del fondo crediti di dubbia esigibilità al fine di non creare motivo di crisi nel bilancio del Comune a partire dall’anno 2019. Nel 2016 il Comune avrà un fondo rischi con una dotazione di oltre 4,5 milioni”.