Prima pagina

Clarich: “Non sarà facile mantenere a Siena la direzione di Banca Mps”

Colloqui romani ieri sull’ipotesi di aggregazione di banca Mps con Ubi e Bpm. Ieri gli amministratori delegati di Bpm Giuseppe Castagna e di Ubi Banca Victor Massiah sono stati ricevuti insieme dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. I quotidiani finanziari parlano dell’interesse del governo per la conclusione dell’operazione il prima possibile individuando un socio forte per la banca senese come richiesto ormai da mesi dalla Bce. Intanto a Siena la Fondazione Mps attende per l’inizio di febbraio, il via libera del Tesoro al nuovo Statuto dove c’è ancora scritto che l’Ente deve lavorare per mantenere i vertici e la direzione della banca a Siena. Secondo il presidente Clarich non sarà comunque facile. “E’ un punto che ha voluto inserire la Deputazione generale”, ha spiegato il presidente Clarich a margine dell’incontro a Firenze con la commissione regionale che sta raccogliendo materiale e testimonianze sulla crisi Mps. “C’è da chiedersi, e se lo è chiesto dibattendo la deputazione generale, se sia sempre un obiettivo realistico, o se andava magari attenuato. Non è stato toccato”. Però, per il presidente dell’Ente, “se oggi si dovesse scrivere uno statuto da zero, ragionevolmente, a nessuno verrebbe in mente quel tipo di forma”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena