Cinque le batterie della Tratta, nessuna di recupero
13 Ago, 2018
batterie tratta

Tutti presenti all’entrone stamani i 35 cavalli ammessi alla Tratta del palio del 16 agosto. Nessuna defezione dunque e la possibilità da parte dei capitani di scegliere un lotto di qualità. Capitani che devono avere già le idee piuttosto chiare, dato che non hanno nemmeno chiesto una batteria di recupero. Sono state 5 le batterie corse, una sola caduta, quella di Alessio Giannetti nella prima, da Ungaro de Bonorva: il canape è rimasto impigliato nelle zampe del cavallo, che aveva fiancato per primo, ed il fantino è caduto pochi metri dopo la partenza. Per fortuna nessuna conseguenza per lui, che infatti è tornato subito a cavallo nella terza e quinta batteria.

Prima batteria vinta da Quarzus montato da Alessandro Congiu

Nella seconda batteria vince Turbillon montato da Mattia Chiavassa

Rocco Betti su Remorex vince la terza batteria

Quarta batteria, la vittoria va a Alessio Bincoletto su Ugar

Schietta con il fantino Giosuè Carboni hanno vinto la quinta e ultima batteria