Prima pagina

Chiusi: I conti del bilancio sono ottimi

Bilancio consuntivo approvato certifica la solidità finanziaria del comune

I voti della maggioranza del gruppo centro sinistra per Chiusi hanno permesso di approvare, durante l’ultimo consiglio comunale, il bilancio consuntivo 2014. Il dibattito è iniziato con la relazione dell’assessore al bilancio e finanze Juri Bettollini che ha permesso di evidenziare alcuni punti cardine che hanno sottolineato e confermato la solidità delle scelte economiche della cittadina etrusca. Alcuni aspetti fondamentali: 10 milioni di investimenti in 4 anni di mandato, una gestione economica e finanziaria arrivata al 95% di autonomia finanziaria, l’ottenimento del 25% di incidenza per le spese del personale, un indebitamento sceso da 9 a 7 milioni di euro e 1232€ di servizi offerti a fronte di appena circa la metà (676€) di tributi medi pagati dal cittadino.
“Approvare il bilancio consuntivo ad aprile dopo poche settimane dal quello di previsione – dichiara il sindaco – è un elemento di grande soddisfazione perché significa che tutta la macchina amministrativa, uffici in primis, ha lavorato molto bene. I numeri che sono stati portati all’attenzione del consiglio comunale sottolineano e confermano l’attenzione verso il cittadino perché ancora una volta abbiamo dimostrato che senza lamentarsi troppo è possibile abbassare le tasse, avviare importanti opere pubbliche, investire nella scuola e nella cultura e difendere i più deboli con investimenti sul sociale. Le nostre scelte hanno sempre guardato allo sviluppo della città perché il domani è già oggi e non possiamo non prenderci le responsabilità delle scelte che valgono il futuro dei nostri figli”
Tra le azioni economiche che sono state promosse dal consiglio comunale ci sono gli investimenti per oltre il 10% del totale sul fronte del sociale, la capacità di tenere invariate le tariffe dei servizi a domanda (asilo, mensa, centro diurno) agli standard 2007/2008, l’abbassamento delle tasse comunali, il sostegno alle famiglie sul fronte delle spese scolastiche, la capacità di investimento in opere pubbliche (parcheggi, marciapiedi, parchi giochi, manutenzioni varie, illuminazione) e la capacità di investire in cultura per mezzo della Fondazione Orizzonti d’Arte.
“Quello che abbiamo approvato – dichiara l’assessore al bilancio e finanze – è stato un bilancio molto impegnativo da redigere perché il primo pensato con il nuovo sistema ministeriale che il nostro Comune ha scelto di adottare per primo in Provincia di Siena e di questo un grande ringraziamento non può non andare a tutti gli uffici comunali che ci hanno lavorato. Sul merito credo senza paura di smentita che abbiamo lavorato nell’ottica di rendere la nostra città un posto sempre migliore dove vivere e dove stabilire una famiglia. In questi anni abbiamo cercato sempre di creare tante opportunità al fine di migliorare la vita dei nostri cittadini e delle imprese che lavorano sul nostro territorio nonché migliorare la permanenza dei turisti che vengono a visitare la nostra città. Tutto questo lo abbiamo fatto prendendoci la responsabilità delle scelte, lavorando senza pause e senza lamentarci, ma cercando di volta in volta la soluzione migliore per affrontare le varie esigenze. Il futuro di Chiusi è già partito e noi continueremo a lavorare affinché le giovani generazioni possano essere sempre più orgogliose della propria città”

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena