Chiusi, al via un anno di opere pubbliche: approvato il bilancio di previsione 2019
27 Feb, 2019
Chiusi, consiglio comunale

Il consiglio comunale di Chiusi ha approvato, con i voti del gruppo di maggioranza, il bilancio di previsione 2019. Le nuove linee guida economiche e finanziarie, dopo la condivisione con associazioni, sindacati e cittadini, sono pronte a determinare il futuro della cittadina etrusca. Un capitolo importante del documento è sicuramente quello riservato ai lavori pubblici. La prima parte dell’analisi, sottoposta al consiglio comunale e relazionata dalla consigliera Daniela Masci, ha riguardato le opere già realizzate nel 2018 come ad esempio la riqualificazione di Via Oslavia e Piazza XXVI Giugno, la rotatoria di accesso al Palasport in loc. Pania, la messa in sicurezza dell’incrocio dei Quattro Poderi nonché i lavori di ripristino (se pur in capo alla Provincia) della frana sulla sp 146, che ha visto il Comune di Chiusi impegnato affinchè si giungesse all’inizio dei lavori e, ormai, alla prossima conclusione.
Oltre alle opere già realizzate sono state evidenziati altre progettualità previste nell’anno in corso tra le quali: la riqualificazione urbana e della viabilità di Via Piave, Via Montegrappa e di Piazza Garibaldi (importo di 430.000€), rifacimento e riqualificazione del Parcheggio e del Parco dei Forti (500.000 €), lavori di manutenzione straordinaria di Via Pozzarelli (280.000€) e i lavori per la messa in sicurezza idraulica del torrente Montelungo con la costruzione della cassa di espansione (450.000€). A questi si aggiungono i progetti definitivi in attesa di gara come il restauro e risanamento conservativo degli ex Lavatoi di via Lavinia (490.000€ totalmente finanziati con stanziamento del CIPE) nonché il completamento dell’area esterna del Palasport in località Pania con l’acquisto di arredi sportivi (535.000€ di cui 205.000€ finanziati dal fondo “Sport e periferie”) e il rifacimento della terrazza dell’asilo nido Bagnolo (70 mila euro del finanziamento ai piccoli Comuni)
“Ci aspetta un anno veramente dinamico sul fronte delle opere pubbliche – sottolineano il sindaco di Chiusi Juri Bettollini e l’assessore ai lavori pubblici Andrea Micheletti – alcune di queste avranno un’importanza strategiche senza eguali per la nostra città come ad esempio la realizzazione della cassa di espansione sul Montelungo, che rappresenta di fatto la promessa delle promesse perché permetterà di mettere, finalmente, in sicurezza idraulica gran parte dell’abitato dello Scalo oltre a prevedere l’inizio di una progettualità concreta nell’area della Fornace. Altri interventi, se pur di minor impatto generale, sono di grande importanza perché da anni attesi dalla cittadinanza come la riqualificazione urbana di via Piave, via Montegrappa e Pozzarelli. Insomma il nostro bilancio ha confermato l’idea di una città che vuole crescere sotto ogni aspetto compreso quello infrastrutturale offerto ai cittadini che permetterà, grazie a questi interventi e a quelli già realizzati l’anno passato, un notevole miglioramento della qualità della vita. Quello dei lavori pubblici è un capitolo molto importante del bilancio approvato e per tutto il lavoro fatto ringrazio tutti gli uffici, che hanno lavorato alla stesura del documento e in particolare la dott.ssa Francesca Caserta, il gruppo di maggioranza per essersi dimostrato compatto nonché tutte le associazioni e i sindacati per aver creduto e condiviso la visione futura della città.”