Chiude in casa la madre invalida, denunciato un 62enne
5 Set, 2019
logo_are_6_trasp

Intervento della Polizia a San Prospero per verificare una segnalazione, giunta al 113, di urla d’aiuto di un’anziana provenire, oramai da alcune ore, dall’interno di un appartamento. La donna batteva violentemente da tempo sulle finestre della terrazza nel tentativo di attirare l’attenzione dall’esterno e quando gli agenti sono arrivati sul posto, ha riferito di sentirsi male, di essere chiusa in casa e di non poter aprire. Rintracciato il figlio, un 62enne, i poliziotti sono riusciti ad entrare nell’abitazione ed hanno trovato l’85enne scossa e spossata oltre che sofferente per evidenti problematiche di salute, tanto che era costretta ad usare un deambulatore per muoversi. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo già da molte ore, aveva lasciato la madre, di solito assistita da una badante, sola in casa, chiudendo dall’esterno con una doppia mandata, per evitare che uscisse di casa. La situazione si ripeteva da almeno venti giorni, quando si era interrotto il rapporto con la badante; l’unica accortezza dell’uomo era che, saltuariamente, durante la giornata, andava a trovarla. L’anziana è stata affidata alle cure dei sanitari ed accompagnata al Pronto Soccorso, mentre il figlio dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria dell’illecita condotta tenuta nei confronti dell’anziana madre per i reati di violenza privata e di abbandono di persona incapace.