Cassa integrazione per 8 lavoratori della Sgt
1 Giu, 2019
logo_are_6_trasp

Cassa integrazione straordinaria per gli 8 lavoratori senesi della Sgt, corriere che si occupava delle spedizioni per i principali istituti di credito.

Il 29 maggio scorso, presso il Ministero dei Trasporti, i sindacati, i rappresentanti dell’azienda e quelli delle cinque Regioni interessate – Lombardia, Lazio, Piemonte, Emilia Romagna e Toscana – hanno firmato l’accordo per la cassa integrazione dei 142 dipendenti del corriere, che ha cessato l’attività il 20 marzo scorso e ha presentato una domanda di concordato preventivo liquidatorio.

“Speriamo che la cassa integrazione straordinaria che durerà per dodici mesi, dal 30 maggio 2019 al 29 maggio 2020, – spiega Simone Fulchieri, segretario generale della FILT CGIL di Siena – non sia solo di sostegno ai lavoratori interessati, ma possa anche agevolare la loro ricollocazione in un auspicabile rilancio dell’impresa con nuovi investitori. Le nostre richieste di reintrodurre questo tipo di ammortizzatore sociale cancellato nel 2015 sono state accolte proprio l’anno scorso”.

“Purtroppo resta ancora aperta la questione degli addetti delle imprese dell’indotto, – conclude il sindacalista – soprattutto dei fornitori di facchinaggio nelle piattaforme distributive e di autisti per il trasporto di linea e la distribuzione, che hanno perso il lavoro a causa della chiusura del corriere e dei crediti delle stesse imprese fornitrici”.