Calano le donazioni, la Ausl assume nuovi medici per migliorare il servizio
13 Giu, 2019
donazione sangue

Calano i donatori di sangue in quasi tutta la provincia, solo Poggibonsi e Abbadia San Salvatore segnano un dato positivo nella raccolta di sangue e plasma. Mentre negli ultimi 2 anni i dati erano rimasti stabili, nel primo trimestre 2019, invece, fanno registrare una flessione che desta qualche preoccupazione.
La diminuzione delle donazioni in alcune zone, fenomeno che si registra in tutto il territorio toscano, ha spinto l’Azienda usl toscana sud/est a programmare una serie di azioni. Ha cominciato con la ricerca di personale per aumentare il numero di medici da destinare ai centri trasfusionali, così da potenziare l’organico e consentire un numero maggiore di donazioni.
“Ringraziamo l’attività costante e fortemente radicata nel territorio delle associazioni, con le quali cerchiamo le soluzioni per risolvere i problemi legati alla carenza del personale sanitario e alla ricerca, con audit specifici e indagini sul percorso dei donatori, di possibili cause disincentivanti”, ha dichiarato il direttore dell’Area Funzionale di Medicina di Laboratorio e Trasfusionale, Agostino Ognibene in occasione della Giornata mondiale del donatore, in programma il 14 giugno, un evento internazionale istituito dalla World Health Assembly nel 2005.
Il tema della campagna di quest’anno è la donazione di sangue e l’accesso universale alla trasfusione sicura. Lo slogan è “Sangue sicuro per tutti” con la finalità di sensibilizzare le persone a diventare donatori e a donare sangue regolarmente.