Bruno Valentini, rinviata udienza preliminare dell’inchiesta di Monteriggioni
9 Set, 2016
brunovalentini berlinghieri

E’ stata rinviata al 18 ottobre l’udienza preliminare dell’inchiesta che vede il sindaco di Siena Bruno Valentini, indagato per i fatti a lui contestati del periodo in cui era sindaco di Monteriggioni.

“Un rinvio – spiega il primo cittadino di Siena – che avrei preferito evitare, perché intendo fare tutto ciò che è in mio potere per chiudere con la necessaria chiarezza ma celermente questa vicenda. Lo devo ai cittadini di Monteriggioni e di Siena perché non permangano dubbi infondati sulle mie azioni di governo. Un rinvio, però, che mi hanno spiegato essere diventato inevitabile viste le numerose eccezioni formali sollevate, tutte necessarie al completo chiarimento dei fatti. Ringrazio comunque il Gup, dottoressa Ilaria Cornetti, per aver individuato una data per la nuova udienza lontana solo poche settimane. Continuo a riporre la massima fiducia nella Magistratura e, avendo certezza dell’aver sempre operato nell’interesse esclusivo dei cittadini e del Comune, spero che sia presto dimostrata la mia estraneità ai fatti contestati. Il mestiere di sindaco è complesso, come sanno bene tutti coloro che hanno avuto l’onore e l’onere di ricoprire questa carica. In coscienza, credo di aver operato senza aver commesso alcun reato. Posso dire di aver sempre lavorato e di lavorare con il massimo impegno, con onestà, scrupolosità e nell’interesse esclusivo dei cittadini, creando le condizioni per un forte ed indiscutibile sviluppo di Monteriggioni, anche con importanti risvolti occupazionali. Vorrei – conclude Valentini – che le mie azioni fossero sempre valutate prendendo atto della crescita sociale e culturale della comunità che gli elettori mi avevano affidato, garantendo equità ed eguaglianza di trattamento fra tutti i cittadini”.