Basta precari: la Cgil apre la trattativa con Gsk
13 Nov, 2018
glaxosmithkline

Si apre un tavolo di trattativa tra Gsk e la Cgil sui contratti di lavoro precari. L’azienda farmaceutica ha accettato, dopo lunghe richieste, di avviare un confronto. Il sindacato chiede di rivedere e migliorare un accordo aziendale già in essere che norma le forme precarie di lavoro: l’obiettivo è dare concrete prospettive di stabilizzazione e quindi assunzione, alle dirette dipendenze dell’azienda farmaceutica.
“Non è più tollerabile un turn over tra lavoratori precari per ricoprire la stessa posizione – scrivono dalla Cgil in una nota stampa -, così come non è più accettabile che ci siano ‘somministrati’ che prestano la loro attività in GSK , e prima ancora Novartis, da oltre 10 anni”. Sono decine i giovani che lavorano per la multinazionale senza un contratto a tempo indeterminato. “Siamo fermamente convinti che questa missione dei delegati sindacali impegnati al tavolo di trattativa sia l’unica strada per dare certezze ai lavoratori ‘in affitto’ che da troppo tempo non riescono a vedere la fine di una condizione che dovrebbe essere solo temporanea”.