Facebook Posts Home Slide Show Sport

Basket, il derby è gialloverde. Il Costone supera la Mens Sana ed è a un passo dalla C Gold

Il derby è gialloverde, il Costone fa sua la partita più importante dell’anno e si avvicina sempre di più alla promozione diretta in C Gold. La squadra di Fattorini domina per la quasi totalità dell’incontro trascinata da un ex biancoverde, Ondo Mengue, autore di 20 punti e 12 rimbalzi. La Vismederi parte bene e chiude avanti di uno il primo parziale e di 8 all’intervallo lungo. Dopo la pausa la Mens Sana torna a -3 ma sale in cattedra il 37enne Niccoló Franceschini, che si prende le luci della ribalta con tre triple consecutive. Pannini limita i danni e a 10 minuti dalla fine siamo sul 62-53, poi nell’ultimo quarto non c’è più partita e il divario aumenta ancora. Risultato finale Costone 79 Mens Sana 66, la Vismederi stacca proprio la Named in classifica e le basterà vincere le rimanenti tre partite per volare diretta in C Gold.

Vismederi Costone – Mens Sana Basketball Academy 79-66 (parziali: 19-18; 38-30; 62-53)

Costone: Ricci n.e., Scekic 4, Tognazzi n.e., Picchi n.e., Ceccarelli 9, Angeli 4, Franceschini 11, Mencherini N. 10, Silveira 7, Bassetti n.e., Ondo Mengue 20, Bruttini L. 14 . Allenatore: David Fattorini.

Mens Sana: Monnecchi n.e., Menconi 16, Pannini 5, Iozzi 1, Sprugnoli 9, Benincasa 2, Allemann 9, Milano, Del Cucina 6, Sabia 7, Bovo 2, Tognazzi 9. Allenatore: Pierfrancesco Binella.

Arbitri: Rinaldi, Buoncristiani.

A proposito di C Gold, la Virtus dovrà sudare molto per conservarla, vista la sconfitta, abbastanza scontata, contro la capolista Herons che vince 113 a 71. Sin dall’inizio la partita si mette in salita per la Virtus. Montecatini prende subito il controllo del match grazie a un grande avvio dell’ex di giornata Casoni che porta i suoi in vantaggio 17-4. La difesa dei padroni di casa mette in difficoltà i rossoblu, che non trovano continuità in attacco chiudendo il quarto sotto di 13 lunghezze.
Nella seconda frazione la Virtus sembra più brillante in attacco guidata da Nepi (12 punti per lui nel solo secondo quarto), ma Montecatini nella metà campo offensiva sembra una macchina perfetta. Agli Herons sorridono anche le percentuali al tiro (9/14 da tre nel primo tempo), ed è proprio una tripla di Casoni sulla sirena a mandare le squadre negli spogliatoi sul 60-40.
Dopo un secondo quarto ad alto punteggio le difficoltà offensive proseguono per l’Acea nel terzo quarto. Montecatini sfrutta la tranquillità data dal punteggio per allungare ancora, lasciando ben poche speranze di rientro all’Acea. Il divario aumenta con il passare dei minuti e alla sirena finale il tabellone recit 113-71 per una vittoria netta dei padroni di casa.

HERONS MONTECATINI – ACEA VIRTUS SIENA 113-71 (27-14; 60-40; 87-55)

MONTECATINI: Paunovic 20, Lafitte 6, Obiekwe 20, Galli 7, Lupi 4, Giancarli 3, Dell’Uomo 9, Lepori, Incitti 11, Casoni 23, Puccioni 10. All. Barsotti

VIRTUS: Bartoletti 6, Cannoni, Avdiu, Bianchi 3, Calvellini 9, Olleia 11, Lenardon 4, Nepi 22, Drigo, Zambonin 9, Costantini 7. All. Spinello

In A2 secondo ko di fila per Chiusi che si arrende in casa contro Ravenna e scende al quinto posto, ma si garantisce comunque la certezza di disputare i playoff.

Avvio forte di Chiusi con Musso e la tripla di Pollone, ma Ravenna è caparbia nonostante i tanti errori e impatta ai cinque per poi superare con Tilghman e Cinciarini sul 5-10. Tampona Wilson, ma ancora Ravenna da oltre l’arco per l’allungo 7-13 a metà periodo. Time out Bassi per cercare di invertire la rotta. Al rientro però è ancora Ravenna a comandare e a salire addirittura sul 12-21. Un finale di quarto tosto premia l’Umana che con un parziale di 5-0 risale fino al meno quattro. Squadre di nuovo in campo, Chiusi continua a rosicchiare ma arriva la reazione dei romagnoli che si portano sul 23-28. Altro parziale chiusino a ridosso della metà del tempino, prima la tripla di Criconia poi l’arresto e tiro di Medford sanciscono il pari ai ventotto. Blackout Ravenna e altri sei punti per la San Giobbe. Partita da montagne russe vere. Ravenna mette la parole fine al parziale di Chiusi e ne piazza uno a sua volta pareggiando a quota trentaquattro a poco più di tre minuti dalla pausa lunga. L’asse Wilson-Medford vale il nuovo più quattro, Sullivan accorcia con una tripla. Emozioni sul finale di tempo, ma nessuna delle due squadre riesce ad andare a bersaglio. Il secondo quarto si chiude 38-37. Oltre un minuto per i primi punti della ripresa. A trovarli è Ancellotti con i liberi che portano Chiusi avanti di un possesso pieno. Periodo di scarsa precisione da ambo i lati, Ravenna da lontano trova il pari a quaranta dopo quasi tre minuti di gioco. Gran lavoro di Ancellotti sotto il tabellone e sorpasso Umana ma i romagnoli impattano immediatamente. Prosegue il botta e risposta tra le due formazioni, poi Chiusi prova a scappare con le due triple di Criconia e Wilson. Dimezza Simioni dalla lunga che poi si ripete per il 50-50. Criconia in lunetta per il nuovo più due, pari Ravenna che con un Simioni implacabile, alla terza tripla consecutiva, si porta sul 52-55. Tempo chiamato da Bassi, Chiusi rientra e gira a mille firmando un 5-0 che ribalta per l’ennesima volta il punteggio. Non è l’ultimo scossone del periodo, perché Ravenna, a fil di sirena, trova la tripla che manda le squadre a riposo sul 57-58. Quarto quarto con Ravenna due volte in lunetta e tre punti in dote. Inizio è tutto di marca ospite, altri quattro punti e più otto sul 57-65. Chiusi si sblocca con Wilson ma Ravenna non perdona e si porta avanti di dieci. Finale con l’Umana che pur tentando non riesce a risalire la china. I romagnoli rispondono presente a ogni colpo subito e addirittura incrementano portandosi 69-83 a poco più di un minuto dal termine. Nessun sussulto nel finale, Ravenna vince con merito 75-85. Per Chiusi è la seconda sconfitta consecutiva.

Umana San Giobbe Chiusi – OraSì Ravenna 75-85 (17-21; 21-16; 19-21; 18-27)

Chiusi Criconia 12, Fratto 2, Musso 10, Biancotto 2, Medford 13, Cavalloro, Pollone 8, Wilson 16, Possamai, Ancellotti 12 Capo All. Bassi Primo Ass. Fabrizi

Ravenna Tilghman 14, Berdini 10, Martini, Cinciarini 16, Gazzotti 2, Arnaldo 6, Denegri 7, Sullivan 18, Simioni 12, Benetti Capo All. Lotesoriere Primo Ass. Zambelli

Arbitri Valleriani, Bartolomeo, D’Amato

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena