Baseball serie C: Chianti Banca ko con Arezzo
22 Mag, 2017
Baseball Conferenza sul monte di lancio per la formazione bianconera

Una Chianti Banca poco concentrata ed in evidente difficoltà non è riuscita a battere un Arezzo che, fin dalla prima ripresa, è sempre stato in vantaggio e che alla fine si è importo per 10 a 4 sui bianconeri. Ora, dopo questa sconfitta, le cose, per la squadra di Giusti, si complicano non poco. I senesi, infatti, sono adesso quarti in classifica, superati non solo dall’Arezzo (che ha tre vittorie su quattro incontri disputati), ma anche dalla Fiorentina (che ha un record di una vittoria ed una sconfitta ed ha disputato solo due incontri), nonostante questa sia l’unica squadra che la Chianti Banca è riuscita a vincere.

Il Siena, forzato dalle assenze (Orrù, Lala, Drusiani, Kamachi su tutti) ha schierato Miguel Sacchi come partente, in batteria con Martinez. Gli interni erano Guerrini in prima, Querci in seconda, German de Jesus in terza, il giovanissimo Osti all’interbase e gli esterni Collalti, Garcia Gil (al suo esordio in campionato) e Miraglia.

Il primo turno di battuta del Siena è scorso via senza particolari sussulti, ma è l’Arezzo che si è portato subito avanti al 1’, segnando tre punti.

I bianconeri si sono fatti sotto al 2’ (1-3), ma è l’Arezzo che ha ristabilito subito le distanze al 3’ (1-4). Al 4’ l’unico vero sussulto dei bianconeri, che hanno segnato però solo due punti quando il partente Omarini ha mostrato i primi segnali di difficoltà (3-4 a metà 4’). E’ stato però l’Arezzo a segnare ancora nella parte bassa del 5’ (3-5). Se la quinta ripresa è scorsa via senza particolari sussulti, con la Chianti Banca che ha sostituito Sacchi con Martinez, al 6’ il Siena ha segnato un altro punto (4-5), ma l’Arezzo ha preso il largo da fine 6’, portandosi sul 4-7). Il settimo e l’ottavo attacco della formazione senese non hanno più regalato punti, ma solo tantissime occasioni sprecate ed è così che i padroni di casa, alla fine dell’ottavo inning, hanno messo in saccoccia altri tre punti, portandosi sul 4 a 10 finale.

Il manager bianconero è molto dispiaciuto per la prestazione dei suoi: “Cercavamo un pronto riscatto, ma purtroppo questo non è arrivato. Cercavamo una prova brillante, invece ho visto una squadra poco incisiva in attacco”, ha esordito il tecnico senese, che ha voluto sottolineare come “contro due lanciatori avversari (Omarini e Cacciatore, ndr) ampiamente alla nostra portata ci si sia trovati in enorme difficoltà, nonostante avessimo lavorato molto proprio sulla battuta in settimana. Troppo spesso abbiamo battuto sul lato sinistro del campo, dove Araujo Cano, il terza base dell’Arezzo, ha giocato una grande partita e, quando abbiamo superato gli interni, abbiamo regalato tanti, troppi pop fly di facile presa per gli esterni”.
“Il campionato”, ha concluso Giusti, “è ancora lungo. Domenica arriva il Massa, una squadra che questa domenica ha preso un sonoro shut out dal Padule (16 a 0, ndr), ma non dobbiamo prendere l’incontro sotto gamba. Inoltre da ora in poi dovremo fare a meno anche di Ivan Guerrini e questa assenza di costringerà a rivoluzionare completamente il diamante”.
Serie C baseball – Girone K

Quarta giornata di andata
Padule Baseball – ABC Massa 16 – 0

Fiorentina – Cosmos San Casciano 11 – 6 (giocata venerdì)

American Graffiti Arezzo – Chianti Banca Siena 10 – 4
Classifica: Red Jack Castiglione della Pescaia .1000 (2-0); American Graffiti Arezzo .750 (3-1); Fiorentina .500 (1-1); Chianti Banca Siena e Padule .333 (1-2); ABC Massa e Cosmos .250 (1-3).
Fiorentina, Red Jack, Cosmos e Padule una partita in meno.
Tirso Petraccone