BancaEtruria: centinaia di persone si rivolgono alla Federconsumatori di Siena
20 Gen, 2016
banca_etruria_01

Sono già centinaia le persone che si sono rivolte alla Federconsumatori della provincia di Siena, risparmiatori di Banca Etruria che chiedono giustizia per quello che loro stessi definiscono un vero e proprio furto. Un numero ancora esiguo, e sicuramente destinato a crescere, a fronte di tutti gli azionisti e obbligazionisti colpiti nel nostro territorio.

Federconsumatori, che da subito ha posto l’attenzione su tale delicata questione, si è mossa su più fronti al fine di ottenere risposte concrete dalle istituzioni e dalla banca stessa.

L’ assemblea pubblica svoltasi ad Arezzo venerdì scorso, promossa da Federconsumatori assieme a Cgil e Fisac Cgil, ove erano presenti risparmiatori e parlamentari aretini e senesi, è servita come ennesimo confronto tra le parti ed ha visto emergere ancora una volta il quesito fondamentale posto sin dagli inizi della vicenda: quali sono i criteri e la reale possibilità del risarcimento dei danni subiti dai risparmiatori. E’ sicuramente su quest’ultimo aspetto che è concentrata la maggiore attenzione dell’associazione.

Il Presidente Luca Falciani invita tutti coloro che vogliono ricevere informazioni ed assistenza a rivolgersi agli sportelli dislocati nella provincia (Siena, Poggibonsi, Montepulciano, Sinalunga ed Abbadia San Salvatore). Con l’occasione la Federconsumatori di Siena comunica che ha cambiato indirizzo mail: non sarà più federconsiena@interfree.it ma FCT.Siena@federconsumatoritoscana.it; in più c’è la possibilità di comunicare con ogni singolo sportello attraverso 4 nuove mail: FCT.Poggibonsi@federconsumatoritoscana.it, FCT.Montepulciano@federconsumatoritoscana.it, FCT.Sinalunga@federconsumatoritoscana.it, FCT.Scotte@federconsumatoritoscana.it.