Banca Mps: la Commissione Ue approva il piano di ristrutturazione 2017-2021. Previsti 5.500 esuberi e 600 filiali da chiudere
5 Lug, 2017
monte dei paschi insegna_800x529

La Commissione Europea ha approvato il piano di ristrutturazione 2017-2021 di Banca Monte dei Paschi, piano che punta ad un ritorno della Banca ad un adeguato livello di redditività. Nelle linee strategiche sono 5.500 gli esuberi previsti: di questi, 4.800 attraverso l’attivazione del fondo di solidarietà. Le filiali da chiudere sono circa 600: dalle 2000 del gruppo nel 2016 a 1400 nel 2021. “È una svolta importante, una pietra miliare che mira a ripristinare un percorso di crescita per Mps”, ha detto l’ad di Mps Marco Morelli durante la presentazione del piano. “Sarà un processo lento, non ci saranno cambiamenti immediati”. Morelli ha poi ricordato che è la prima volta che si procede a una ricapitalizzazione precauzionale, “per questo il processo è stato un pò lungo”. “Non c’è un piano B. Acquisizioni, fusioni, soluzioni strategiche sono una cosa che spettano agli azionisti. Il management sarà concentrato sul raggiungimento dei risultati. Sono fiducioso che il piano sia fattibile”, ha ribadito l’ad di Mps.