Azienda Usl Toscana sud est e sindacati, trovato l’accordo
1 Mar, 2019
infermieri

Nella serata di ieri, al termine di dieci ore di confronto serrato tra FP CGIL, FP CISL e FPL UIL ed Azienda Usl Toscana sud est, è stato sottoscritto “un importante documento che segna un punto di svolta nei rapporti futuri per ciò che concerne il fabbisogno del personale ed il relativo andamento assunzionale”. Così viene definito in una nota dai sindacati, che chiedevano la possibilità di avere in tempi brevi una adeguiata copertura occupazionale per tutti i servizi da svolgere.
Prosegue la nota sindacale: “Oltre ad aver ricevuto il dettaglio degli ingressi in servizio di infermieri, OSS, tecnici sanitari ed amministrativi che riguarderà un totale di oltre 120 persone (operative tra marzo ed aprile con ingressi scaglionati) tra mobilità ed assunzioni di tempi indeterminati, tempi determinati, interinali, sono state finalmente gettate le basi per un confronto più trasparente e per il monitoraggio dell’andamento della pressione lavorativa (carichi di lavoro) e della adeguatezza delle risorse attive nei servizi. Il valore aggiunto del documento sottoscritto da CGIL, CISL e UIL è infatti la condivisione di uno strumento di monitoraggio puntuale che consentirà di avere sotto controllo quanto realmente accade nei singoli servizi, tenendo conto dell’incidenza delle assenze a vario titolo dei lavoratori e, conseguentemente, della necessità di tamponare situazioni che sulla carta potrebbero considerarsi idonee a rispondere alle attività di servizio ma che nei fatti potrebbero essere deficitarie. Altro elemento qualificante è il monitoraggio dell’andamento di ferie e straordinari (o accantonamento ore) e del consumo di ore di attività aggiuntiva: tutti indicatori di necessità di personale. Inoltre partiamo finalmente dalla conoscenza di una fotografia reale della situazione del personale, un ‘punto 0’, che seppure in costante movimento ci fornisce l’elemento base per future analisi comparative dell’occupazione”.