Assicurazioni auto: in Toscana si paga l’11% in più che nel resto d’Italia, ma Siena è la più economica della regione
19 Ott, 2016
car and money with rays light flare , concept of car loan

Dall’ Osservatorio RC Auto di Facile.it (http://www.facile.it/assicurazioni.html) e Assicurazione.it, relativo ai costi dell’ RC auto in Toscana a settembre 2016 emergono dati quanto mai contrastanti; se da un lato è vero che continua la diminuzione dei premi medi (-4,16%), dall’altro è altrettanto vero che il costo necessario per assicurare un’automobile in Toscana è superiore dell’11,3% rispetto al valore medio nazionale.
A livello nazionale il costo pagato mediamente dagli automobilisti è diminuito dell’1,6% se confrontato col mese precedente, arrivando a 503,28 euro dai a 511,12 euro di agosto, mentre in Toscana la riduzione registrata nei 30 giorni è stata praticamente inesistente, fermandosi allo 0,7% e portando il premio medio annuo da 563,98 euro di agosto ai 560,08 euro di settembre 2016.
Notizie migliori giungono, però, se si guardano i numeri (i cui risultati completi per la Toscana sono disponibili a questo link: http://www.facile.it/assicurazioni/osservatorio/rc-auto-toscana.html) con un orizzonte temporale più ampio. Considerando l’anno e non solo il mese, a livello nazionale i costi delle coperture RC auto sottoscritte nel periodo settembre 2015 – settembre 2016 si sono ridotti di solo l’1,6%, mentre in regione hanno marcato una riduzione quasi tripla portando il premio medio a 560,08 euro, comunque fra i più alti d’Italia, secondo solo a quelli corrisposti da chi assicura un veicolo in Campania, Calabria e Puglia.
Le variazioni provinciali
L’Osservatorio è stato elaborato sulla base dei prezzi praticati dalle compagnie assicurative italiane negli ultimi dodici mesi e ha considerato non solo i valori regionali, ma anche quelli provinciali.
Fra settembre 2015 e settembre 2016 la provincia che ha registrato la maggiore riduzione del costo RC auto è Pistoia (-10,14%) che però, con i suoi 599,96 euro di premio rimane comunque più cara del 19,21% rispetto alla media nazionale.
Grosseto si conferma, con un premio medio di 418,19 euro, la provincia più economica della Toscana e non solo registra una riduzione annua del 4,68%, ma gli automobilisti di questa provincia hanno un premio medio RC auto inferiore addirittura del 16,91% rispetto a quello italiano.
Se nella rilevazione di giugno 2016 la provincia di Livorno era terza per riduzione annua, a settembre guadagna un posto in classifica ed è seconda alle spalle di Pistoia con 516,47 euro, vale a dire -9,26% nell’anno, ma comunque +2,62% in confronto al costo medio della copertura in Italia.
Buone notizie per chi guida ad Arezzo, in provincia il premio medio ha continuato a ridursi arrivando a 472,73 euro (-4,44% nell’anno) e mantenendo un differenziale che, rispetto alla media nazionale, è pari al 6,07% a favore della provincia toscana.
Firenze ha, nella rilevazione di settembre, sia valori positivi sia negativi; il costo medio della copertura RC auto è arrivato a 556,72 euro medi, vale a dire sì una riduzione annua del 3,63%, ma anche un premio più caro del 10,62% rispetto al valore nazionale.
Suona all’incirca la stessa melodia anche a Lucca dove il premio medio per assicurare un’automobile è pari a 543,72 euro (-5,37% su base annua, ma +8,04% rispetto alla media nazionale) e a Pisa (540,22 euro; -6,37% su base annua e +7,34% rispetto alla media nazionale)
Se a Siena gli automobilisti possono dormire sonni tranquilli dato che la loro provincia (440,53 euro il premio medio; appena +0,29% su base annua e -12,47% rispetto alla media nazionale) si conferma la più economica della Toscana, saranno meno lieti gli automobilisti di Massa – Carrara, e quelli di Prato.
In queste province non solo i premi RC auto hanno continuato a crescere, ma sono anche arrivati ai valori maggiori di differenza rispetto alle medie nazionali. Gli automobilisti che pagano il premio a Massa – Carrara spendono in media 622,17 euro (+7,54% su base annua, e +23,62% rispetto alla media nazionale), a Prato, la provincia più cara di tutta la Toscana, addirittura 748,08 euro (+1,66% su base annua, e +48,63% rispetto alla media nazionale)