Prima pagina

Asciano: Museo di Palazzo Corboli aperto tutti i giorni fino alle 22

Porte aperte al museo tutti i giorni fino alle 22. Agosto ad Asciano fa rima con arte e cultura e Palazzo Corboli spalanca le porte ai visitatori fino a tarda sera svelando i sui tesori pittorici e archeologici e d’arte sacra. Il medievale Palazzo Corboli nel cuore di Asciano, che il Daily Telegraph ha recensito tra i più belli tra i piccoli musei d’Italia, torna ad aprirsi ai visitatori al massimo del proprio splendore, dopo che il Comune, nei mesi scorsi, ne è tornato il soggetto gestore. Non solo, ma decide di farlo con una formula innovativa, un orario prolungato ed una serie di iniziative correlate. Sarà così possibile per i visitatori scoprire un museo che vanta opere di artisti del calibro di Ambrogio Lorenzetti, Matteo di Giovanni e il Maestro dell’Osservanza senza dimenticare l’occasione di rimanere incantati di fronte agli straordinari affrescchi del palazzo o ammirando i reperti archeologici dalle tombe etrusche della zona. «Abbiamo lavorato per mesi per dare un futuro a Palazzo Corboli dopo che nell’inverno scorso la cooperativa che lo aveva in concessione ha receduto dal contratto – ha sottolineato il sindaco di Asciano Paolo Bonari -. Ci siamo rimboccati le maniche perché per noi era fondamentale non perdere le opportunità della stagione turistica in quel momento alle porte e dopo un periodo di transizione di qualche mese finalmente dal primo di agosto Palazzo Corboli sarà aperto tutti i giorni con orario prolungato fino alle 22. Abbiamo investito risorse importanti e continueremo a farlo convinti che questo gioiello che racchiude un’imponente sezione etrusca archeologica accanto a capolavori del trecento e quattrocento senese, è il vero potenziale inespresso del nostro territorio. Stiamo portando avanti accordi con gli altri musei della provincia mentre, sempre ad agosto, partirà anche un’importante campagna di promozione che consentirà agli ospiti delle nostre strutture ricettive di visitare Palazzo Corboli al costo di un solo euro. Dalla riapertura – ha aggiunto Bonari – i risultati sono già molto buoni con una notevole crescita dei visitatori nel 2015. Chi deciderà poi di visitare il museo in questi mesi e fino al 4 ottobre potrà abbinare alla visita anche l’interessantissima mostra sugli antichi mulini di Asciano ospitata nell’adiacente Chiesa di Sant’Agostino, con i suoi affreschi recentemente restaurati».

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena