Prima pagina

Arrivano le nuove telecamere ai varchi della Ztl

Sono iniziati i lavori per la sostituzione delle apparecchiature elettroniche che presidiano i varchi della Ztl di Siena. Con le nuove strumentazioni non sarà più necessario avere a bordo delle autovetture i telepass. Le nuove telecamere, infatti, sono in grado di elaborare le immagini acquisite, leggere direttamente la targa (anche di notte) e stabilire se è abbinata ad un regolare permesso.

Questo comporta una semplificazione del servizio per gli utenti che non dovranno più preoccuparsi sullo stato di efficienza del proprio apparecchio telepass per poter accedere alla Ztl.

“Semplifichiamo il servizio – dice il presidente di Siena Parcheggi Roberto Paolini – lo rendiamo più efficiente e nello stesso tempo riusciamo a risparmiare sui costi annuali per la gestione del sistema telematico. Un risultato reso possibile dalle nuove tecnologie che sono più efficaci e meno costose rispetto a quindici anni fa quando Siena scelse di dotarsi del sistema basato sui Telepass a protezione del centro storico”.

I nuovi apparati sono già in funzione sui varchi di Fontanella e dia via Garibaldi che è tornato, dopo tre anni, alla piena funzionalità. Le sostituzioni procederanno gradualmente fino al completamento della nuova infrastruttura previsto per la metà di febbraio. Fino ad allora saranno funzionanti sia le vecchie che le nuove apparecchiature (dove già installate). Per questo, fino al completamento dei lavori, sarà necessario continuare a tenere a bordo delle proprie auto il telepass.

“Con i nuovi varchi telematici – afferma l’assessore al Traffico Stefano Maggi – finiranno le pratiche scorrette di alcuni che entravano in controsenso, nonché di chi entrava di notte contando sul fatto che i vecchi varchi non funzionavano bene in assenza di luce. Anche i motorini dovranno rispettare rigorosamente la segnaletica, perché il nuovo sistema legge le targhe di qualsiasi veicolo. Dal punto di vista del traffico, lo scopo dei nuovi varchi è quello di educare a una mobilità sostenibile, spingendo tutti a comportarsi correttamente, prima di tutto allo scopo della sicurezza stradale. Inoltre, con l’eliminazione degli accessi e delle soste scorrette, i residenti in regola con il bollino potranno trovare posto per la propria auto”.

Quando sarà completata la sostituzione con le nuove apparecchiature in tutti e 27 i varchi della Ztl, Siena Parcheggi inizierà a chiedere ai propri utenti di riconsegnare i vecchi telepass che non servono più.

I possessori dei “telepass gialli”, cioè quelli validi anche per la rete autostradale, stanno già ricevendo da “Autostrade spa” una lettera dove si spiega che, se vogliono conservare la propria apparecchiatura non avranno alcuna spesa per i primi tre mesi dell’anno 2016. Dal 30 marzo, se vorranno conservare il telepass per utilizzarlo ai caselli della rete autostradale, dovranno riconoscere alla società Autostrade un canone annuo.

Al termine della sostituzione di tutti gli apparati elettronici che presidiano i varchi della Ztl con la nuova strumentazione, Siena Parcheggi comunicherà ai propri utenti le modalità per restituire i vecchi telepass che non avranno più alcuna funzione per accedere alla Zona a Traffico Limitato di Siena.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena