Prima pagina

Architetti, ingegneri, periti industriali, agronomi e avvocati senesi si confrontano sulla nuova legge regionale urbanistica della Toscana

A Colle Valdelsa, giovedì 9 aprile, un convegno per esaminare tutti gli aspetti e le criticità della legge 65/2014 che ha introdotto notevoli cambiamenti nella gestione del territorio e dell’edilizia

A pochi mesi dall’entrata in vigore della nuova legge regionale urbanistica della Toscana gli architetti, gli ingegneri, gli agronomi, i periti industriali, i geometri e gli avvocati della provincia di Siena si riuniscono per fare il punto sulla materia. “La legge regionale 65/2014 alla prova”: è questo il titolo del convegno, in programma giovedì 9 aprile (a partire dalle ore 9), che si terrà al Teatro del Popolo di Colle Valdelsa. La normativa, in vigore dallo scorso mese di novembre, ha infatti introdotto notevoli cambiamenti nella gestione del territorio e dell’edilizia. I sei ordini e collegi professionali organizzatori dell’evento intendono esaminare tutti gli aspetti e le eventuali criticità della legge 65 (che è andata a sostituire la precedente del 2005) rendendo effettivo il principio per il quale nuovi impegni di suolo sono ammessi solo se non sussistono possibilità di riuso degli insediamenti e delle infrastrutture esistenti, contrastando così il consumo di nuovo suolo. “C’è bisogno di fare emergere tutti insieme, anche con l’ausilio di esperti relatori, i punti di forza, di debolezza e l’impatto burocratico di questa nuova normativa a cui dobbiamo attenerci per svolgere il nostro lavoro”: affermano gli organizzatori. Il convegno si aprirà con i saluti istituzionali del sindaco di Colle Valdelsa (la cui amministrazione patrocina l’evento) e dei sei presidenti degli ordini e collegi organizzatori. Tra i relatori che prenderanno la parola figurano il magistrato del Tar Toscana, Riccardo Giani, e il procuratore della Repubblica di Siena, Salvatore Vitello. Considerando che fra poche settimane si terranno le elezioni regionali, l’iniziativa del 9 aprile potrà servire anche alla politica per comprendere quali siano i giudizi degli ordini e dei collegi professionali su un’importante legge regionale come la 65 del 2014 e se vi sarà la necessità di modifiche e adeguamenti.

Ad oggi le adesioni al convegno sono oltre 500, a dimostrazione dell’interesse dei professionisti verso questa materia di grande impatto sull’economia dei territori.

Per maggiori informazioni è possibile contattare gli organizzatori.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena