Approvato il bilancio di previsione. Valentini: “Un atto che rappresenta una svolta vera”
31 Gen, 2017
ANSA - BRUNO VALENTINI - Palio di Siena 2013  Il sindaco di Siena Bruno Valentini durante la conferenza stampa a Palazzo Berlinghieri, 02 luglio 2013 a Siena.  ANSA/CARLO FERRARO

“Un bilancio che rappresenta una svolta vera”. Con queste parole il Sindaco di Siena Bruno Valentini introduce in aula il Bilancio di previsione 2017-2019. Un bilancio che non passa inosservato soprattutto se ci si sofferma su gli oltre 20 milioni di euro destinati agli investimenti, che potranno raddoppiare con l’approvazione del bando delle periferie, il rifacimento della rete di illuminazione pubblica, il restauro delle mura ed il rifacimento delle piscine comunali. Soldi che saranno in prevalenza destinati alle manutenzioni straordinarie: strade, infrastrutture, scuole ed edifici comunali.

“Tanti gli investimenti previsti- ha dichiarato il Sindaco di Siena Bruno Valentini- ma la voce più ingente è quella che riguarda la manutenzione della rete della viabilità cittadina: sulle strade asfaltate saranno investiti 2,7 milioni di euro, suddivisi in 5 lotti che saranno effettuati prima e dopo l’estate. Saranno riasfaltate molte strade, tra cui ricordiamo via Battisti, via Garibaldi, via Mazzini, via Aretina, strada Cassia sud, via Dante e via Don Minzoni. Sui marciapiedi saranno investiti 550.000 €, tra via dei Mille e via Bonci, via Custoza e via Avignone, viale Bracci e vie di Ravacciano.

Inoltre 900.000 € saranno impiegati per la lastricatura di via Montanini, via Stalloreggi e via Pantaneto, nonché per interventi puntuali di sistemazione. Anche Salicotto verrà ripavimentata, in occasione del rifacimento dell’acquedotto da parte del Fiora spa.

Un altro importante settore di intervento- continua il Sindaco- è quello delle scuole di competenza comunale, perché la sicurezza del sistema scolastico è per noi una priorità assoluta. Per molte scuole sono previste opere di manutenzione straordinaria, adeguamento antisismico e antincendio: scuola dell’infanzia di Isola d’Arbia, Nido di Ravacciano e scuola Tozzi. Inoltre è prevista la progettazione della nuova scuola di San Miniato entro l’anno.

Voglio ricordare – Continua il Sindaco Valentini- che stiamo lavorando per concludere il “Contratto di Quartiere di San Miniato”, in modo da avere a disposizione gli immobili entro l’anno.

A queste opere vanno aggiunte quelle previste nel “Bando periferie”, che sarà finanziato, per l’importo complessivo di 10 milioni, nel corso dei prossimi mesi. Gli interventi previsti serviranno a garantire più servizi, qualità ambientale e connessioni in quartieri come Taverne, Ravacciano, San Miniato. Fra gli obiettivi una pista ciclabile che vada da Fontebecci fino a Taverne d’Arbia, senza interruzioni”.

“Questa amministrazione si è trovata ad operare in un contesto segnato dal commissariamento e da una grave crisi politica ed economica della città. Il nostro bilancio era gravato dalle difficoltà della finanza pubblica sia dalla cancellazione dei contributi della Fondazione MPS, che sostenevano anche la spesa corrente. Nonostante queste criticità, però, siamo riusciti a tenere elevata la qualità di questa comunità senza alzare tasse e imposte. E’ questo il risultato di cui vado più fiero. Anzi abbiamo leggermente abbassato l’IRPEF, abbiamo ridotto i bollini ARU e ZTL ed introdurremo maggiori esenzioni sia per le tariffe dell’acqua che per i rifiuti..

“L’amministrazione inoltre – conclude il Sindaco Valentini- sta proseguendo nella progressiva riduzione del debito per mutui e BOC che è al 31.12.2016 di circa € 69 milioni, dimezzato rispetto alla punta massima. La maggiore disponibilità di spesa corrente ci ha consentito di realizzare la rete di videosorveglianza, di aumentare i contributi affitto, di salvaguardare gli orari di apertura della Biblioteca Comunale, di potenziare alcune corse del trasporto pubblico, di assegnare incarichi per il piano della mobilità e per la pianificazione urbanistica. La pedonalizzazione spinta di alcune strade del centro storico, il sistema delle bici elettriche e la prossima installazione di ulteriori stazioni per il controllo dell’aria vanno appunto nella direzione della mobilità sostenibile. Per l’urbanistica, il forte aumento degli oneri di urbanizzazione (oltre 2 milioni, cioè il doppio del 2014 e 400mila euro in più rispetto al previsto) conferma che siamo sulla strada giusta e proprio in questi giorni verranno individuati i progettisti esterni che collaboreranno con gli uffici comunali per la redazione del Piano Operativo”.