Prima pagina

Approvato all’unanimità dal Consiglio della Provincia di Siena lo Statuto e la costituzione

Il Consiglio Provinciale di Siena riunitosi oggi, venerdi’ 08 Maggio, ha approvato all’unanimità lo Statuto e la costituzione, con l’adesione della Provincia di Siena come Ente Fondatore insieme a molti altri soggetti, tra cui comuni e province toscane, di tre nuove Fondazioni così denominate:

-Fondazione “Istituto Tecnico Superiore per le tecnologie innovative per i beni e le attività culturali – Turismo, Arte e Beni culturali – TAB” in cui l’Istituto Capofila della costituenda Fondazione è l’Istituto Tecnico Per Il Turismo Marco;

-Fondazione “Istituto Tecnico Superiore E.A.T. – Eccellenza Agroalimentare Toscana” in cui l’Istituto Capofila della costituenda Fondazione è l’ISIS “Leopoldo II di Lorena” di Grosseto;

-Fondazione “VITA Istituto Tecnico Superiore per le nuove tecnologie della vita” in cui l’Istituto Capofila della costituenda Fondazione è l’Istituto di Istruzione Superiore Tito Sarrocchi di Siena.

Con questi atti la Provincia di Siena, in linea con il Piano di Indirizzo Generale Integrato (PIGI) 2012-2015 approvato dalla Regione Toscana, ha inteso promuovere e sostenere l’accesso ad un’offerta formativa di alto livello per la qualificazione professionale dei giovani, secondo una logica di integrazione fra scuola, formazione e mondo del lavoro dando sostegno alla qualificazione professionale, nell’ambito del sistema complessivo di istruzione e formazione professionale regionale, che comprende i percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS), i corsi di Istruzione Tecnica Superiore (ITS) e l’istituzione dei Poli tecnico Professionali (PTP).

E oggi più che mai diventa strategico per i nostri territori assicurare, con continuità, l’offerta di tecnici superiori a livello post-secondario in relazione a figure che rispondano alla domanda proveniente dal mondo del lavoro pubblico e privato.

E’ ormai dimostrato infatti che gli Istituti tecnici superiori, scuole ad alta specializzazione tecnologica, rappresentano il primo segmento di formazione terziaria non accademica e negli anni i numeri continuano a crescere.

La percentuale di occupazione dei diplomati in questi istituti oscilla tra una media di quasi il 65% a picchi del 90-100% che si registrano in alcuni tra i corsi storici del sistema.

Il Consiglio ha approvato oggi anche la Convenzione tra le Province toscane, la Città Metropolitana e la Regione Toscana per la gestione associata delle funzioni di formazione professionale riguardanti la fase di programmazione attuativa del Programma Operativo Regionale FSE – programmazione 2014-2020 e del Piano esecutivo regionale per la garanzia per i giovani.

Gli enti aderenti intendono così assicurare la migliore collaborazione tra la Regione e gli enti locali nonché la continuità amministrativa, in vista del trasferimento alla Regione delle funzioni in materia di orientamento e formazione professionale.

In particolare le attività che saranno gestite in forma associata riguardano:

l’elaborazione e lo svolgimento delle procedure di evidenza pubblica finalizzate alla realizzazione degli interventi di formazione professionale;

lo svolgimento dell’istruttoria di ammissibilità delle domande presentate;

la verifica e il controllo delle autocertificazioni;

la valutazione dei progetti, l’approvazione delle graduatorie, l’impegno e il trasferimento delle risorse agli enti locali per gli interventi che sono realizzati nell’ambito territoriale di competenza;

la comunicazione ai beneficiari dell’esito della procedura di evidenza pubblica;

la trasmissione della documentazione relativa ai singoli progetti agli enti locali.

Gli Enti Locali rimangono competenti per le fasi di gestione del programma operativo

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena